ARTE E CINEMA A BOLOGNA E FORLI’ “BLUE UNNATURAL”

0
252
Il cortometraggio distopico di Marco Bolognesi nella versione completa, un artista cyberpunk tra Bologna e Forli’.

MARCO BOLOGNESI

Blue Unnatural

13 minuti | Colore | Animazione | HD Stereo | ITA | 2017

Il cortometraggio dell’artista e regista Marco Bolognesi ospite del Future Film Festival (Bologna) e di Ibrida, festival delle arti intermediali (Forlì)
 

 

Future Film Festival

Bologna, Piazzetta Pasolini

2 maggio 2017, ore 23.00

Replica: 3 maggio 2017, ore 14.00

Ibrida, festival delle arti intermediali

Forlì, Sala Rossa

5 maggio 2017, ore 19.30

“Blue Unnatural”, il cortometraggio di Marco Bolognesi  nella versione definitiva (13 minuti, colore, animazione, HD Stereo, ITA, 2017), approda al “Future Film Festival” di Bologna e ad “Ibrida, festival delle arti intermediali” di Forlì.

La prima proiezione, martedì 2 maggio 2017, alle ore 23.00, nella Piazzetta Pier Paolo Pasolini di Bologna, con replica mercoledì 3 maggio alle ore 14.00; la seconda proiezione di terrà venerdì 5 maggio 2017, alle ore 19.30, nella Sala Rossa di Forlì. Sarà presente l’autore.

«Marco Bolognesi – dichiara Valerio Dehò – è uno dei pochi, se non l’unico, artista visivo contemporaneo che lavora dentro l’universo cyberpunk. La sua narrazione parte da un tema classico della letteratura cyber: immaginare un mondo in cui c’è chi controlla e chi è controllato».

I personaggi della produzione di Bolognesi sono donne mutanti, robot e cyborg; ma il vero cuore dell’opera è la città stessa, fantascientifica e cyberpunk, che annulla e perseguita la libertà personale attraverso la comunicazione propagandistica e dove gli operai senza identità lavoranoper costruire donne blu pronte a distruggere chiunque si opponga alle leggi.

«Ho creato un mondo distopico – dichiara Marco Bolognesi – basato sulle “malformazioni” della nostra realtà come monito. Raccontare le proiezioni future di queste problematiche è discutere quelle contemporanee, concependo il fare politica dell’arte come analisi del sociale».

“Blue Unnatural” è la prima produzione del neo-nato Bomar Studio, realizzata in collaborazione con Abc (Bologna), Kunst Merano Arte (Merano), PAN (Napoli) e SetUp (Bologna).

Marco Bolognesi, artista multimediale la cui arte spazia dal disegno alla pittura, dal cinema alla fotografia e al video, nasce a Bologna nel 1974. Prima dei trent’anni, trasferitosi a Londra, vince “The Artist in Residence Award” all’Istituto Culturale Italiano dando così inizio ad una carriera internazionale: oltre a Londra, le sue opere sono esposte a Vienna, Salisburgo, Budapest, Miami, New York, Chicago e Singapore. Nel 2014, collaborando con il critico e curatore Valerio Dehò, inizia il multiarticolato progetto “Sendai City” che si sviluppa in tre mostre personali che si susseguono tra la fine del 2014 e la prima metà del 2015 presso il Kunst Meran, Abc a Bologna ed il PAN di Napoli. Sempre nel 2015 il curatore Massimo Scaringella lo seleziona per il padiglione “Perspectivas Italianas” della Bienal del Fin del Mundo in Cile ed in Argentina. Nel 2016, in occasione della Biennale Italia-Cina, parte del materiale di lavorazione del filmato d’animazione “Blue Unnatural” è presentato alla Plastik Factory di Pechino. Nel 2017, l’opera “Mock-up” è esposta nella collettiva “Our Place in Space” a Palazzo Cavalli Franchetti, Venezia. Mostra curata da Antonella Nota e Anna Caterina Bellati, in collaborazione con ESA – European Space Agency e NASA.

 #marcobolognesi

#bomarstudio
#cyberpunk

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here