ARTE: GLI OGGETTI DI MORANDI SECONDO GLI SCATTI DI JOEL MEYEROWITZ

0
467



MORANDI’S OBJECTS
JOEL
MEYEROWITZ
Spazio Damiani • Fotografia
d’Autore
Bologna, fino al 1 febbraio 2016
Morandi’s Objects
di Joel Meyerowitz è il titolo della mostra che il nuovo spazio espositivo
Damiani in via dello Scalo 3/2 abc a Bologna ospiterà da venerdì 23 ottobre
2015. Con questo progetto espositivo prodotto da Damiani, Joel Meyerowitz, uno
dei più rappresentativi esponenti della fotografia contemporanea, rende omaggio
al pittore bolognese e realizza l’intimo sogno di fotografare gli oggetti che
Morandi disponeva sul suo tavolo da lavoro e che contemplava a lungo, prima di
riprodurli nelle sue splendide nature morte. Aperta al pubblico fino al 1°
febbraio 2016, l’esposizione presenta una selezione di venti opere fotografiche
di diverso formato.

Meyerowitz ha avuto accesso alle stanze di Casa Morandi in
cui sono raccolti e conservati gli oggetti del pittore. Con più di 700 scatti,
il fotografo americano ha compiuto un’indagine approfondita per immagini
fotografando circa 270 oggetti di Morandi svelandone le sottili caratteristiche,
l’assoluta singolarità e il magnetismo che Morandi per primo aveva sperimentato.

Posizionando gli oggetti su quello che fu il tavolo del pittore, Meyerowitz
ha immortalato i protagonisti delle famosissime nature morte utilizzando come
sfondo una quinta di carta su cui Morandi aveva disegnato schizzi di colore.

Damiani pubblicherà un libro intitolato Morandi’s
Objects
 arricchita da un testo dell’artista e da un’introduzione di Maggie
Barrett. Sarà pubblicata anche un’edizione limitata a 25 copie che includerà una
fotografia firmata e numerata da Joel Meyerowitz.
Nota
biografica
Nato nel 1938 a New York,
Joel Meyerowitz è considerato, insieme a William Eggleston e Stephen Shore, uno
dei più rappresentativi esponenti della New Color Photography degli anni ‘60 e
‘70. Dopo un’esperienza come art director, negli anni Sessanta iniziò a
dedicarsi alla fotografia ispirato soprattutto da Robert Frank. Cominciò quindi
a collaborare con importanti autori come Garry Winogrand, Tony Ray-Jones, Lee
Friedlander, Tod Papageorge e Diane Arbus. La macchina fotografica di piccolo
formato (35 mm) permise a Meyerowitz di attraversare New York e comportarsi come
un vero e proprio street photographer, registrando piccoli eventi casuali,
dettagli minimi e rivelatori, volti e paesaggi urbani. Grazie alle
collaborazioni con William Eggleston e Stephen Shore, Meyerowitz si avvicinò poi
al grande formato fino ad arrivare all’importante lavoro che realizzò dopo gli
attentati dell’11 settembre 2001. Meyerowitz fu l’unico autorizzato a
fotografare da vicino Ground Zero subito dopo gli attentati: molte di queste
fotografie sono poi state raccolte nel volume Aftermath: World Trade Center
Archive
. Fotografo sempre in evoluzione, ultimamente ispirato dalle opere e
dalle vicende di Paul Cézanne, realizza una serie di fotografie agli oggetti
dell’artista francese.
Le fotografie di Meyerowitz sono presenti in
importanti collezioni pubbliche e private tra cui il Museum of Modern Art di New
York, il Museum of Fine Art di Boston e The Art Institute di Chicago. Tra le
numerose esposizioni personali realizzate a partire dal 1966 si ricordano On
the street, Color photographs, 1963-1973
(Chicago Art Institute, 1994-95), e
Aftermath: inside the forbidden city (mostra itinerante dal 2003).

Joel Meyerowitz è rappresentato da Howard Greenberg Gallery di New
York.

Titolo                          
Morandi’s Objects Joel Meyerowitz

Sede                          
Damiani, via dello Scalo 3/2 abc, Bologna

Orari                           da
lunedì a venerdì, dalle 12.00 alle 18.00 e su
appuntamento
Periodo                      fino al1 febbraio
2016





Morandi’s Objects Joel
Meyerowitz

Pubblicato da Damiani
Pagine 116
Dimensioni 25,4 x 32
cm
Prezzo 45,00 €
Morandi’s Objects Joel
Meyerowitz
| Collector’s Edition
Edizione limitata di 25 copie
con fotografia firmata e numerata da Joel Meyerowitz
Dimensioni dell’immagine
22,8 x 28 cm
Anno 2015
Prezzo 950,00 €





Articolo precedenteHot black
Articolo successivoTEATRO DEL LIDO | dal 26 settembre nuova stagione con danza – musica – teatro – laboratori – mostre – Rassegna Pasolini etc
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here