CONFERENZE: GRISELDA POLLOCK

0
265

 

ATTI DISCORSIVI
Ciclo di conferenze 


In parallelo alla grande mostra Organismi
recentemente inaugurata che propone una visione di rinnovata alleanza tra
arte e ambiente, la GAM propone un ciclo interdisciplinare di incontri serali
nella Sala Conferenze del Museo con protagonisti internazionali
dell’Arte, dell’Architettura e della Cultura in generale. 

Mercoledì 8 giugno, ore 21.00

GRISELDA POLLOCK

Effetti femministi nel pensiero,
nell’arte e nella cultura: un approccio
organico

Sala
Conferenze GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

C.so Galileo Ferraris, 30 Torino

Il quarto appuntamento di Atti
discorsivi
vede protagonista Griselda Pollock, tra le pioniere della
Storia dell’Arte femminista negli anni Settanta e oggi attenta studiosa del
trauma nell’arte e nel cinema, oltreché dei modelli organici di pensiero
radicale.


GRISELDA POLLOCK è Professore di
Storia Critica e Sociale dell’Arte e Direttore del Centre for Cultural
Analysis, Theory and History (CENTRECATH)
dell’Università di Leeds. Si
dedica all’analisi internazionale, postcoloniale, femminista nelle arti visive e
nella cultura. Attualmente svolge ricerche sul concetto di Trauma ed Estetica,
secondo l’eredità di Aby Warbur, e sulla memoria dei campi di concentramento. Ha
fondato gli studi femministi della Storia dell’Arte e ha collaborato con Rozsika
Parker alla scrittura di Old Mistresses: Women, art and Ideology (1981 e
2013) e anche  Vision and Difference (1988),  Differencing the Canon:
Feminist Desire and the Writing of Art’s Histories
(1999). Si occupa del
Virtual Feminist Museum, e le sue più recenti pubblicazioni includono
After-affects I After-images: Trauma and Aesthetic Transformation
(Manchester, 2013); Bracha Ettinger: Art as Compassion (con Catherine de
Zegher, ASA 2011); Concentrationary Memories: Totalitarian Terror and
Cultural Resistance
(con Max Silverman, I B Tauris, 2013); Art in the
Time-Space of Memory and Migration
 (Freud Museum and Wild Pansy Press,
2013) e ha curato la raccolta Visual Politics of Psychoanalysis: Art &
the Image in Post-traumatic Cultures
(I B Tauris, 2013). Tra le sue prossime
pubblicazioni: The Nameless Artist in the Theatre of Memory: Charlotte
Salomon’s Life? or Theatre?
(Yale, 2017),  e The Memory Politics
of Feminism
(Verso, 2018)



Traduzione simultanea di Paolo
Noseda
Ingresso libero fino ad esaurimento posti






Il prossimo appuntamento:

Mercoledì 22 giugno 2016
VALÉRIE
THOMAS E VIRGINIA BERTONE

ore 18.00 – ingresso libero fino ad
esaurimento posti disponibili


Gli incontri si svolgono in sala Conferenze
GAM
Corso Galileo Ferraris, 30 – Torino


Info 011 4429518/95

www.gamtorino.it


#Organismi

GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna
e Contemporanea

Via Magenta, 31
10128 Torino
tel. +39
0114429518/95
www.gamtorino.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here