LA SCUOLA DI NEW YORK – UNA RIVOLUZIONE PITTORICA

1
2390
Adolph Gottlieb (1903-1974) The Frozen Sounds, Number 1, 1951 Oil on canvas, 91,9x122,4 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of Mr. and Mrs. Samuel M. Kootz 57.3 © Adolph and Esther Gottlieb Foundation by SIAE 2018

La “Scuola di New York” è una rivoluzione pittorica americana degli anni Cinquanta.

Questa scuola speciale, che non è una vera scuola, accomuna pittori fondamentalmente individualisti e ingloba la figura di Jackson Pollock.

POLLOCK E LA SCUOLA DI NEW YORK è in corso al Complesso del Vittoriano a Romafino al 24 febbraio, con le sue sei sezioni: la prima è dedicata a Jackson Pollock, e altre cinque alla Scuola di New York.

Prima sezione: Verso la Scuola di New York.

Gli Irascibili fotografati da Nina Leen nel 1950, sono un gruppo di artisti che prepara un tempo nuovo nell’astrazione pittorica, prendendo le distanze dal realismo e dalla pittura figurativa.

Molti di loro hanno radici nella cultura europea e in particolare Arshley Gorky (armeno) è il primo punto di contatto tra Surrealismo e pittura astratta; mentre William Baziotes (greco) studia Picasso, Mirò e legge la poesia di Baudelaire.

Arshile Gorky ( c. 1902-1948) The Betrothal, II, 1947 Oil and ink on canvas, 128,9x96,5 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase 50.3 ©Arshile Gorky by SIAE 2018
Arshile Gorky ( c. 1902-1948) The Betrothal, II, 1947 Oil and ink on canvas, 128,9×96,5 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase 50.3 ©Arshile Gorky by SIAE 2018

Robert Motherwell è tra i fondatori della Scuola di New York sperimentando tecniche nuove come il collage e la stampa.

Poi c’è Clyfford Still dai forti contrasti cromatici proiettato verso la riduzione dei colori; Mark Tobey atipico ed enigmatico perchè si avvicina al culto monoteista persiano di Baha’ì creando quadri ricchi di una calligrafia fitta nello sfondo bianco. Richard Posette-Dart sperimenta materiali e segni grafici di origine primitiva.

Bradley Walker Tomlin è il precursore dell’Espressionismo astratto.

Bradley Walker Tomlin (1899-1953) Number 2 - 1950, 1950 Oil on linen, 137,2x106,7 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of Mr. and Mrs. David Rockefeller in honor of John I. H. Baur 81.8
Bradley Walker Tomlin (1899-1953) Number 2 – 1950, 1950 Oil on linen, 137,2×106,7 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of Mr. and Mrs. David Rockefeller in honor of John I. H. Baur 81.8

James Brooks assomiglia molto a Pollock ma ha una pennellata più fluida, mentre David Smith è l’unico scultore che si possa definire espressionista astratto. Lavora con scarti di ferro assemblati creando totem di grandi dimensioni attraverso linee e piani geometrici sovrapposti: è la pittura cubista che diventa scultura.

David Smith Cockfight - Variation Combattimento di galli - variazione 1945 acciaio steel ph. Emanuela Dottorini
David Smith Cockfight – Variation Combattimento di galli – variazione, 1945, acciaio steel – ph. Emanuela Dottorini

Terza sezione: Franz Kline

Franz Kline studia alla Boston University e poi si forma a Londra arrivando alla fine degli anni Quaranta all’action painting. Casualmente, un amico gli chiede di proiettare su parete i suoi schizzi preparatori e da qui Kline resta colpito dall’effetto: e sarà l’inizio della sua nuova pittura. Dai bozzetti ricaverà linee corpose che dipingerà su tele di grandi dimensioni, quasi sempre in bianco e nero. Il suo sguardo non tralascerà comunque i richiami alla realtà. E’ un successo, e Kline sarà considerato tra i massimi interpreti della Scuola di New York.

Franz Kline (1910-1962) Mahoning, 1956 Oil and paper on canvas, 204,2x255,3 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 57.10 ©Franz Kline by SIAE 2018
Franz Kline (1910-1962) Mahoning, 1956 Oil and paper on canvas, 204,2×255,3 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 57.10 ©Franz Kline by SIAE 2018

Quarta sezione: Dall’Espressionismo astratto ai “Colori Forti”

La pittura si dirige verso la smaterializzazione del colore a tutto campo, anticipando il Minimalismo e la Pop Art. E’ una generazione compatta di artisti, tranne Hans Hoffmann (bavarese) che si forma a Parigi e che è legato al Cubismo e ai Fauve.

Hans Hofmann (1880-1966) Fantasia in Blue, 1954 Oil on canvas, 152,4x132,1x2.5 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 57.21 ©Hans Hofmann by SIAE 2018
Hans Hofmann (1880-1966) Fantasia in Blue, 1954 Oil on canvas, 152,4×132,1×2.5 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 57.21 ©Hans Hofmann by SIAE 2018

Ad Reinhardt è un artista figlio di immigrati russi ed è vicino alla sinistra politica: da una formazione accademica approda alla monocromia e al minimalismo.

Ad Reinhardt (1913-1967) Abstract Painting, Red, 1952 Oil on canvas, 76,5x38,1 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from The Lauder Foundation, Leonard and Evelyn Lauder Fund 98.16.1 ©Ad Reinhardt by SIAE 2018
Ad Reinhardt (1913-1967) Abstract Painting, Red, 1952 Oil on canvas, 76,5×38,1 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from The Lauder Foundation, Leonard and Evelyn Lauder Fund 98.16.1 ©Ad Reinhardt by SIAE 2018

Cominciano ad emergere artiste femminili come Lee Krasner, Helen Frankenthaler e Grace Hartigan.

Lee Krasner (1908-1984) Untitled, 1947 Oil and enamel on linen, 61,9x76,8 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of Saralee and Robert Fine 2017.47 ©Lee Krasner by SIAE 2018
Lee Krasner (1908-1984) Untitled, 1947 Oil and enamel on linen, 61,9×76,8 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of Saralee and Robert Fine 2017.47 ©Lee Krasner by SIAE 2018

Arrivano anche artisti che faranno un taglio netto nel modo di  dipingere: Jack Tworkov tenta di semplificare la texture pittorica, poi Theodoros Stamos e Al Held, ma soprattutto Adolph Gottlieb e Philip Guston.

Gottlieb fonda il gruppo The Ten nel 1935 con Mark Rothko e mette in atto la pittografia ispirata all’arte giapponese: riduce al minimo gli elementi simbolici che diventano pochi simboli, Guston invece, dopo il periodo astratto, tornerà al figurativo.

Philip Guston (1913-1980) Dial, 1956 Oil on linen, 182,9x194 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase 56.44
Philip Guston (1913-1980) Dial, 1956 Oil on linen, 182,9×194 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase 56.44

Sam Francis è la seconda rivoluzione: la nuova pittura va verso il Minimalismo allontanadosi dal gesto dell’action painting; Ci sono campi di colore, la materia è diluita e la colatura del colore è sempre più lontana dalla mano del pittore, diventa automatica e fluida.

Quinta sezione- Willem de Koonig

Willem de Koonig (olandese) studia in Olanda poi va a Bruxelles e alla Scuola di disegno di Anversa, ma dal 1926 è a New York. De Koonig non abbandona mai del tutto la figurazione, ne conserva elementi realistici e il suo gesto imita quello di Van Gogh, considerato suo padre putativo. Tra pennellate violente e colori acidi, Willem de Koonig dipinge paesaggi e composizioni astratte. Vince numerosi premi durante la sua prestigiosa carriera.

Willem de Kooning (1904-1997) Door to the River, 1960 Oil on linen, 203,5x178,1 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 60.63 © The Willem de Kooning Foundation, New York by SIAE 2018
Willem de Kooning (1904-1997) Door to the River, 1960 Oil on linen, 203,5×178,1 cm Whitney Museum of American Art, New York; purchase, with funds from the Friends of the Whitney Museum of American Art 60.63 © The Willem de Kooning Foundation, New York by SIAE 2018

Sesta sezione- Mark Rothko

Marl Rothkowics (léttone) si trasferisce in America e a a New York. Fonda il gruppo The Ten con Gottlieb. I suoi dipinti sono inconfondibili, con le pennellate di colore compone grandi rettangoli su tele enormi. Pochi tocchi e precise scelte di colore: sono quadri da contemplare, dove tutto è silenzio. Il colore con lui diventa mistico e lirico, lento e silenzioso. Tutto è pensiero e straordinaria modernità.

Mark Rothko (1903-1970) Untitled (Blue, Yellow, Green on Red), 1954 Oil on canvas, 197,5x166,4 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of The American Contemporary Art Foundation, Inc., Leonard A. Lauder, President 2002.261 © 1998 Kate Rothko Prizel & Christopher Rothko / ARS, New York by SIAE 2018
Mark Rothko (1903-1970) Untitled (Blue, Yellow, Green on Red), 1954 Oil on canvas, 197,5×166,4 cm Whitney Museum of American Art, New York; gift of The American Contemporary Art Foundation, Inc., Leonard A. Lauder, President 2002.261 © 1998 Kate Rothko Prizel & Christopher Rothko / ARS, New York by SIAE 2018

E’ una mostra imperdibile!

Tra gli spunti letterari vi segnalo:

La Scuola di New York 

Pollock e gli Irascibili

Informazioni sulla mostra.
Biglietti Intero € 15,00 (audioguida inclusa) Ridotto € 13,00 (audioguida inclusa) 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti); dipendenti e agenti (muniti di badge) e clienti (muniti di dem nominale) Generali Italia

Ridotto Gruppi € 10,00 prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio

Ridotto Speciale € 12,00 (audioguida inclusa) Guide con tesserino se non accompagnano un gruppo

Universitari € 7,00 (audioguida inclusa) ogni martedì escluso i festivi, per tutti gli studenti universitari senza limiti d’età

Ridotti:

-scuole € 5,00 prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio per le scuole secondarie di 1° e 2° grado

-bambini € 7,00 (audioguida inclusa) bambini da 4 a 11 anni non compiuti

-scuola del’infanzia € 4,00 prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax

Biglietto Open € 17 (audioguida inclusa) Consente lʼingresso alla mostra senza necessità di bloccare la data e la fascia oraria. Il biglietto open va convertito in biglietteria il giorno della visita.

Omaggio (audioguida inclusa) Bambini fino a 4 anni non compiuti; accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo); insegnanti in visita con alunni/studenti (2 ogni gruppo); soci ICOM (con tessera); un accompagnatore per disabile; possessori di coupon di invito; possessori di Vip Card Arthemisia; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti) in servizio previa richiesta di accredito da parte della Redazione all’indirizzo press@arthemisia.it

Speciale 2×1 Frecce Trenitalia Dal lunedì al venerdì (esclusi sabato, domenica e festivi) i possessori di CartaFreccia muniti di biglietto, in formato digitale o cartaceo, con cui si è raggiunta Roma (in una data antecedente al massimo tre giorni da quella della visita) pagando un ingresso intero, avranno diritto ad un omaggio per un accompagnatore, valido per l’ingresso immediato in mostra. La stessa agevolazione è riservata ai clienti del trasporto
regionale in possesso di un abbonamento Trenitalia (non integrato MetroBus) e ai viaggiatori in possesso di un biglietto di corsa semplice, regionale o sovraregionale, Trenitalia, valido per il giorno stesso di accesso al museo, utile per raggiungere Roma.

Biglietto congiunto Pollock + Warhol Intero € 24 (13+11) Ridotto € 20 (11+9) Bambini € 8 (5+3)

Diritti di prenotazione e prevendita: Gruppi e singoli € 1,50 per persona Scolaresche € 1,00 per studente

Visite guidate (tariffe biglietto escluso, prenotazione obbligatoria min 15 max 25, microfonaggio obbligatorio)

Visita guidata scuola € 80 Visita guidata in lingua scuola € 90 Visita guidata adulti € 100 Visita guidata in lingua adulti € 110

Laboratorio didattico € 100 (bambini dai 4 agli 11 anni)

Visite estemporanee Visite a turno fisso per adulti (max 25 pax) Adulti € 18,50 (prezzo comprensivo di prevendita, ingresso, visita guidata e microfonaggio – escluso costi di agenzia)

Visite a turno fisso per famiglie (max 25 pax) Adulti € 18,50 (prezzo comprensivo di prevendita, ingresso, visita guidata e microfonaggio – escluso costi di agenzia) Bambini dai 4 agli 11 anni € 13,00 (prezzo comprensivo di prevendita, ingresso, visita guidata e microfonaggio – escluso costi di agenzia)

Le visite a turno fisso per adulti e famiglie sono acquistabili online sul sito ticket.it

Microfonaggio obbligatorio Gruppi € 30,00 Scuole € 15,00

Informazioni e prenotazioni T. + 39 06 87 15 111

Perchè: racconta un’evoluzione straordinaria nella storia dell’arte

Perchè: i quadri enormi tolgono il respiro.

#MostraPollock

Articolo precedenteL’ALLIEVA 2 ARRIVA IN PRIMA VISIONE SU RAI 1
Articolo successivoIL VINO ORCIA DOC E’ IL VINO PIU’ BELLO DEL MONDO
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here