CINEMA : “FANTAFESTIVAL” A ROMA UNA MIRIADE DI PREMI, INCONTRI E VISIONI.

0
720
IL 36° FANTAFESTIVAL APPRODA A

L’ISOLA DEL CINEMA
19/24 LUGLIO
Piazza di S. Bartolomeo all’Isola (Isola Tiberina)
CERIMONIA DI PREMIAZIONE, INCONTRI SU STAR TREK IN OCCASIONE DEL
CINQUANTENARIO, OSPITI, SERATE SPECIALI E TANTI FILM
Il 36° FANTAFESTIVAL si
sposta
dal 19 al 24 luglio nella splendida cornice dell’isola Tiberina
nell’ambito dello storico evento dell’estate romana L’Isola del Cinema.
I film e i
cortometraggi in concorso per la 36° edizione della Mostra Internazionale del
Film di Fantascienza e del Fantastico si contenderanno i quattro Pipistrelli
d’Oro
assegnati al Miglior Cortometraggio Italiano, al Miglior Cortometraggio
Straniero, al Miglior Lungometraggio Italiano e al Miglior Lungometraggio
Straniero.
La giuria di esperti del
settore dell’edizione 2016 è composta da: MARCO
ACCORDI RICKARDS (direttore di VIGAMUS, docente universitario, critico
videoludico), MAURIZIO CARRASSI (regista e curatore delle attività
cinematografiche delle Biblioteche di Roma) e ANTONELLO SARNO (giornalista
cinematografico e curatore del programma Supercinema per Canale 5).
Il Premio “Mario Bava”,
dedicato alla memoria del grande regista del brivido, assegnato alla Migliore
Opera Prima tra i film italiani in concorso da LEOPOLDO SANTOVINCENZO e CARLO
MODESTI PAUER (autori del programma Wonderland) non potrà quest’anno decretare
un vincitore, vista la presenza di un’unica opera prima italiana “Possessione demoniaca” (Italia, 2015)
di Alessio Nencioni.
A seguire la proiezione in anteprima dell’attesissimo film “Burying the Ex” (2014, USA) di Joe Dante, autore
di capolavori del genere come L’ululato
(1981), Gremlins (1984), Ai confini della realtà (1983), regista,
produttore cinematografico, attore,
sceneggiatore
e critico cinematografico statunitense, formatosi alla New World Pictures, lo
studio creato da Roger Corman nel 1970.
Il FANTAFESTIVAL presenta a L’Isola del Cinema un ricco calendario di
conferenze, eventi speciali e proiezioni. Tra questi spiccano la serie di
cinque incontri gratuiti su STAR TREK – organizzati in collaborazione con
l’associazioneculturale Nel Blu Studios
– in occasione del 50° anniversario della serie TV e in contemporanea con
l’uscita nelle sale dell’ultimo film Star
Trek Beyond
diretto da Justin Lin con Chris Pine
e Zoe Saldana.
Gli incontri, organizzati con il patrocinio dello Star Trek Italian Club (STIC) e il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Roma, si
terranno dal 20 al 24 luglio alle ore 22:00 allo spazio Renault Lounge.
SPAZIO CINELAB
L’ISOLA DEL CINEMA
20/24 LUGLIO – ORE 22:00
La programmazione del 36° FANTAFESTIVAL
a L’Isola del Cinema si apre mercoledì
20 luglio alle ore 22:00 con “IL FANTASTICO PRODOTTO DA MEDIASET”,
un
evento speciale che prosegue sulla tradizione inaugurata lo scorso anno con “Il
fantastico prodotto dalla RAI” che vedrà la proiezione di 3 episodi della serie
TV “Il tredicesimo Apostolo” interpretata
da Claudia Pandolfi e Claudio Gioè. Alla serata sarà presente il regista,
Alexis Sweet,
autore di serie TV di grande successo come “RIS – Delitti Imperfetti”,
documentari e spot pubblicitari.
Il ricco calendario
continua con “Fantasticherie di un
passeggiatore solitario” (Italia, 2014),
vincitore della scorsa edizione
del Fantafestival alla presenza del regista Paolo Gaudio, giovedì 21 luglio alle ore 22:00.
Venerdì 22 luglio, sempre alle 22:00, si prosegue con un omaggio al
regista Corrado Farina,
morto nei giorni scorsi
(11 luglio 2016), e che ha collaborato in varie occasioni con il FANTAFESTIVAL, con la proiezione del film “Baba Yaga” del 1973, con Carroll Baker,
Isabelle De Funès, George Eastman.
Sabato 23 e domenica 24 alle ore 22:00 verranno proiettati i film
vincitori della 36° edizione della manifestazione.   

EFFETTI COLLATERALI DEL 36° FANTAFESTIVAL

 L’ISOLA DEL CINEMA20/24 LUGLIO – ORE 22:00RENAULT LOUNGE STAR TREK: CINQUANT’ANNI NEL FUTUROa cura di Tino Franco

Spazio, ultima frontiera: l’astronave Enterprise è in orbita attorno il
pianeta Terra,
attraversa la visione satellitare dell’Italia e vola sopra la citta
Eterna.
William Shatner, il comandante Kirk, saluta la
platea del Fantafestival
Tornano gli EFFETTI COLLATERALI
DEL FANTAFESTIVAL
a cura di Tino Franco presidente dell’associazione
culturale Nel Blu Studios, in
collaborazione con Alberto Ravaglioli dell’associazione Grandi Eventi Culturali che da 36 anni organizza il Fantafestival.
Il consueto approfondimento della narrazione cinematografica e
televisiva trova quest’anno l’occasione per celebrare i primi cinquant’anni della più famosa serie televisiva di
fantascienza che ha segnato un’epoca: STAR TREK.
A settembre si celebra infatti l’anniversario
della prima messa in onda negli Stati Uniti; era l’8 settembre del 1966 quando
il canale televisivo NBC mise in onda la prima puntata “The Man Trap” (Trappola
Umana)
alla quale fa oggi idealmente seguito l’ultimo film STAR TREK BEYOND
in uscita nelle sale italiane proprio il 21 luglio.
Un viaggio per ripercorrere
la storia di STAR TREK e capire come ha fatto a diventare negli anni la più
famosa, imitata e longeva serie di fantascienza della televisione e del cinema.
PROGRAMMA DEGLI INCONTRI
Moderatore:
Marcello Rossi
Storico
della fantascienza e coordinatore artistico del Fantafestival, autore
dell’Enciclopedia della fantascienza in TV (Fanucci Editore).
1°INCONTRO – Mercoledì 20 luglio ore 22:00
“L’Antropologia in Star Trek”
Carlo Modesti
Pauer, docente universitario e autore del programma televisivo Wonderland, andato
in onda su RAI 4, affronterà il tema dell’antropologia in Star Trek. Un
excursus tra serie televisive e film per esplorare come gli autori della saga
abbiano affrontato il confronto tra cultura terrestre e culture aliene, inteso
come metafora dell’incontro\\scontro tra occidente nordamericano e alterità. A
partire dal concetto dell’IDIC introdotto nella serie classica, fino al
personaggio di Phlox di Enterprise, che rappresenta l’antropologo alieno di STAR
TREK.
2° INCONTRO – Giovedì 21 luglio ore 22:00
“L’influenza della narrativa
fantastica su Star Trek”
Armando Corridore, direttore delle edizioni Elara, specializzate in
pubblicazioni di ambito fantascientifico, argomenterà sull’influenza della
narrativa fantastica che fu d’ispirazione alla narrazione della serie. Tra le
stelle prima di STAR TREK: dal “Trasportatore di Materia” di E.P. Mitchell
(1877) alla “Velocità a Impulso” di John W. Campbell Jr. (1931) le invenzioni
della fantascienza classica che hanno fondato il mito di STAR TREK.
3° INCONTRO – Venerdì 22 luglio ore 22:00
“Le innovazioni
scientifiche e tecnologiche anticipate da Star Trek”
Simone Scardecchia, scrittore, filmmaker e direttore artistico
dell’associazione Nel Blu Studios, guiderà gli ospiti alla scoperta delle
innovazioni tecniche e scientifiche che oggi sono strumenti del nostro
quotidiano e che sono state già anticipate all’interno della serie televisiva
STAR TREK. Un viaggio per capire se STAR TREK abbia veramente previsto oppure
suggerito i futuri sviluppi della tecnologia e, forse, anche della società.
4° INCONTRO – Sabato 23 luglio ore 22:00
“Il tema della
controcultura nell’episodio The Way to Eden”
Bruno Lo Turco, docente di Religioni e filosofie dell’India presso
l’Università degli Studi La Sapienza di Roma analizza, attraverso un episodio
di STAR TREK del 1969, “The Way to Eden”, il tema delle controculture, che
allora si trovavano all’apice della loro fortuna. Si tratta di uno degli episodi
più controversi dell’intera serie a causa delle sue implicazioni
sociopolitiche. Ma qual’è l’immagine delle controculture che gli sceneggiatori
intendevano trasmettere? Superficialmente è rappresentato uno scontro tra due
idealità, quella dell’“American Dream” e quella del movimento hippy, scontro
che si risolve con una totale sconfitta del secondo. Tuttavia proprio Spock, il
personaggio più emblematico della serie, tenta una mediazione.
5° INCONTRO – Domenica 24
luglio
ore 22:00
“La struttura narrativa
seriale in Star Trek”

Matteo Martone, scrittore
ed editor RAIFICTION tratterà della serialità in STAR TREK attraverso l’attenta
verifica ed analisi delle eventuali differenze ed evoluzioni nella struttura
narrativa seriale che ha caratterizzato le 6 serie (di cui una a cartoni
animati), facendo anche un accenno alle 13 pellicole cinematografiche
realizzate nel mondo di STAR TREK nel corso delle 5 decadi complessive di
programmazione. Alla fine un accenno ai fan dei film di STAR TREK (i “Trekker”)
che oggi non si limitano a creare costumi, racconti, fumetti e quant’altro
possa essere partorito dall’immaginazione, ma che fin dagli anni ’80 hanno
voluto ricreare la magia in casa propria, girando degli episodi autoprodotti.

#fantafestival
#roma
isoladelcinema

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here