Studio Universal festeggia Woody Allen per i suoi 80 anni

0
2572
BUON COMPLEANNO WOODY
ALLEN!

«Ogni volta, quando un
mio film ha successo, mi chiedo: come ho fatto a fregarli ancora?
»
W.A.


Regista, sceneggiatore,
attore, compositore, scrittore, commediografo, Woody Allen è uno dei più celebri
umoristi dell’epoca moderna e autore di alcune tra le più memorabili battute
cinematografiche.

Nel mese in cui compie 80
anni, Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) celebra la creatività e
l’estro di questo genio con una rassegna di 4 dei suoi più famosi film ed un
Focus in Prima TV.


L’appuntamento è a
partire da martedì 8 dicembre
in prima serata

Il dormiglione /The sleeper

· Il dormiglione
· Broadway Danny Rose
· Hannah e le sue sorelle
· Radio Days

Si inizia con Il dormiglione (1973)
un mix di fantascenza distopia e umonrismo alleniano: Mike Monroe è un musicista
jazz e gestore di un ristorante che subisce complicazioni durante un intervento,
viene ibernato e si risveglia 200 anni dopo. Interprete femminile: Diane
Keaton.
In Broadway Danny Rose (1984) Woody
Allen è un talent-scout e manager di artisti senza talento. Cercando di aiutare
un cliente, finisce invischiato in un triangolo amoroso con dei legami nella
mafia. Al suo fianco Mia Farrow.
Si prosegue con uno dei più grandi successi
di botteghino di W. Allen e cioè Hannah e le sue sorelle (1985) commedia
s con 10 personaggi principali che convergono su una una donna (Mia Farrow) e il
suo rapporto con le due sorelle (D. Wiest, B. Hershey) e i suoi due amori
(W. Allen, M. Caine)
A concludere la rassegna Radio Days
(1987) in cui la voce narrante del film, Allen racconta le storie della sua
gioventù ritraendo la vita delle famiglie statunitensi durante gli anni d’oro
della radio. Si tratta dell’unico film che vede insieme le due compagne storiche
di Allen:
Mia Farrow e Diane
Keaton
.
Il ciclo sarà accompagnato da un focus
esclusivo prodotto dal canale

Titoli in ordine di trasmissione:
#WoodyAllen
Allen Stewart Königsberg, in arte Woody
Allen, nasce il 1º dicembre 1935 a Brooklyn in una famiglia di modesta
condizione sociale e di religione ebraica. Nel 1952, all’età di diciassette
anni, assume lo pseudonimo di Woody Allen, in onore del celebre clarinettista
jazz Woody Herman.
Nel 1955 lavora alla rete televisiva NBC e
si trasferisce ad Hollywood, per unirsi ad un gruppo di scrittori per il
programma “The Colgate Comedy Hour”.
Nel 1959, iniziando a sentirsi malinconico
senza capirne il motivo, per la prima volta decide di consultare uno
psicoanalista. Da allora, e per più di trent’anni, la terapia diventa un
appuntamento fisso e la psicoanalisi sarà un elemento portante dei suoi film e
del suo personaggio.
Nel 1966 realizza il suo primo
lungometraggio “Che fai, rubi?” per il quale firma la sceneggiatura e la regia e
nel quale appare in veste diattore.
Nel 1969, durante i provini per la messa in
scena a Broadway della sua celebre e fortunata opera teatrale “Provaci ancora,
Sam”, incontra Diane Keaton. Il film che ne nasce, diretto da Herbert Ross nel
1972, con lo stesso Allen protagonista, ottiene un grande successo e viene
replicato per 453 volte. Durante la loro collaborazione, Woody e Diane si
fidanzano e danno vita ad un proficuo sodalizio artistico. Con il film “Io e
Annie”(1977), Allen vince tre Premi Oscar® per il Miglior film, la Miglior regia
e la Miglior sceneggiatura originale; segue la celebre pellicola “Manhattan”
(1979), con le musiche di George Gershwin.
Successivamente il regista inizia una lunga
relazione con l’attrice Mia Farrow, la quale da quel momento avrà il ruolo da
protagonista in diversi suoi film come ad esempio “Una commedia sexy in una
notte di mezza estate” (1982). Allen non la sposa ma ha con lei un figlio e ne
adotta due, già figli della Farrow, ad eccezione dell’orfana coreana Soon-Yi
Previn.
Allen e la Farrow si separano nel 1992, dopo
che l’attrice scopre alcune fotografie di Soon-Yi nuda, scattate dal compagno e
dopo l’ammissione di Allen della relazione con la figliastra. Con la separazione
inizia una lunga e pubblica battaglia legale per la custodia dei figli.
Nel 1993, dopo lo scandalo, torna al cinema
con” Mariti e mogli” cui segue “Misterioso omicidio a Manhattan” che combina
thriller e commedia nera. Nel 1996 Allen dirige il suo primo musical “ Tutti
dicono I Love You,” ambientato a Venezia, New York e Parigi.
Woody e Soon-Yi si sposano il 22 dicembre
1997 a Palazzo Cavalli-Franchetti a Venezia.
Nel 1998 esordisce come doppiatore nel film
d’animazione della DreamWorks “Z la formica” nel quale dà la voce a Z.
Il ritorno alla ribalta, quando tutti ormai
lo considerano un regista sul viale del tramonto, avviene al Festival di Cannes
2005, dove presenta “Match Point”, con Jonathan Rhys-Meyers e Scarlett
Johansson. Il film incassa negli USA più di 23 milioni di dollari rivelandosi il
suo film più proficuo degli ultimi 20 anni e Allen riceve ancora una volta una
candidatura agli Oscar® per la sceneggiatura.

Nel 2008 esce” Vicky Cristina Barcelona”,
che assegna il Premio Oscar® come Migliore attrice non protagonista a Penélope
Cruz; nel 2011 “Midnight in Paris” gli regala un Golden Globe per la Miglior
sceneggiatura originale. Nello stesso anno, a Roma gira “To Rome with Love” con
il celebre attore e regista Roberto Benigni e nuovamente con l’attrice spagnola
Penelope Cruz, uscito nelle sale cinematografiche italiane ad aprile
2012.
Articolo precedenteLa grande musica per violoncello con István Várdai e Zoltán Fejérvári (mercoledì 9 dicembre)
Articolo successivoDue opere in un atto di Nino Rota su testi di Mario Soldati ed Eduardo
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here