EVENTI. I PROFUMI RACCONTANO LA STORIA DI ELISA BONAPARTE E MARIA LUISA DI BORBONE

0
437
clip_image006 clip_image007 clip_image008 clip_image009

“Il Naso e la Storia”
la storia di due regnanti attraverso i loro profumi

Maria Luisa di Borbone

Martedì, mercoledì e giovedì fino al 6 gennaio aperto il teatro di Elisa
con il percorso olfattivo
Ingresso libero – Orario: 10-13 e 15-17

Percorso accessibile anche a persone non vedenti grazie a un modellino in 3D


modellino 3D per percorso disabilità visiva

Un percorso olfattivo per conoscere le vicende storiche di Elisa Bonaparte Baciocchi e di Maria Luisa di Borbone nel suo bicentenario dell’arrivo a Lucca (1817/1917).

Nelle  sale della Provincia di Lucca si snoda il percorso ideato da Simonetta Giurlani Pardini per raccontare le vite delle due regnanti attraverso il fascino dei profumi.
Ecco l’orario: martedì, mercoledì e giovedì fino al 6 gennaio (escluso martedì 26 dicembre) dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, con ingresso mezz’ora prima dell’orario di chiusura.
Per i gruppi è necessaria la prenotazione: 0583-417363, info@palazzoducale.lucca.it.


Prosegue in San Franceschetto (piazza San Francesco – Lucca) la proiezione del documentario “Memorie di una regina”, incentrato sulla vita di Maria Luisa di Borbone dalla nascita al 1817. Le proiezioni si terranno nei seguenti giorni con i seguenti orari, ogni 10 minuti a ingresso libero: giovedì 21 dicembre: 14-18; venerdì 22 e sabato 23: 10-18.

Il Naso e la Storia

Le due sovrane
Elisa Bonaparte è nata ad Ajaccio in Corsica nel 1777. Per volontà del fratello sarà Principessa di Lucca dal 1805 al 1814. Con il mirto si intende ricordare una pianta tipica della macchia mediterranea della Corsica; con gli agrumi quel giardino che tanto deliziava la principessa Elisa nel tempo che passava a Marlia. La mimosa è una delle essenze che Elisa fece giungere a Lucca e sperimentò proprio nel parco della villa di Marlia. Con l’uva si sottolinea la capacità imprenditrice della Principessa che fece venire da Bordeaux i vitigni che furono poi piantati nella zona delle colline di Suvereto, zona che ancora oggi produce vini di notevole qualità.


Biblioteca Napoleonica @Palazzo Ducale Lucca

Maria Luisa di Borbone è nata nel 1782 in Spagna. Per volere di Napoleone nel 1801 diviene Regina d’Etruria titolo che mantiene fino al dicembre del 1807 dimorando a Firenze, capitale del Regno. La caduta di Napoleone le aprì la strada di Lucca: il Congresso di Vienna stabilì che Lucca divenisse Ducato e lo attribuì a Maria Luisa di Borbone. La Duchessa entrò in Lucca il 7 dicembre 1817 e regnò fino alla sua morte avvenuta nel 1824.
Elisa e Maria Luisa ebbero personalità assolutamente diverse. La loro nascita, la loro cultura e le loro esperienze appartenevano a due storie che non sembravano avere punti in comune. Eppure, nonostante questa condizione, tanto Elisa come Maria Luisa maturarono per Lucca un progetto di modernizzazione con molti elementi in comune: le due sovrane ebbero la stessa idea di Lucca al punto che Maria Luisa dedicò molto del suo regno nel portare a compimento gli ambiziosi progetti di Elisa e si avvalse della collaborazione degli architetti, degli artisti e delle maestranze già impiegati da Elisa. Le testimonianze di questa singolare staffetta sono ancora oggi ben visibili: il palazzo Ducale, il passeggio delle mura, l’orto botanico, le fontane e l’acquedotto.
Le note floreali della rosa rievocano gli incantevoli giardini all’italiana nel palazzo Reale della Granja di Sant’Idelfonso dove Maria Luisa era nata. Con il giglio si rende omaggio al fiore simbolo della dinastia dei Borboni ed alla città che la vide Regina. Con le note marine si ricorda uno degli impegni qualificanti del suo Ducato di Lucca (1817-1824): la bonifica e la sistemazione delle acque che stanno all’origine dello sviluppo di Viareggio. Con l’incenso si ricordano la sua devozione religiosa e il periodo in cui Napoleone la fece imprigionate nel 1811 nel convento dei santi Domenico e Sisto nei pressi del Quirinale a Roma.
Ingresso libero. 



#LUCCA #EVENTI #ILNASOELASTORIA #PROFUMO #MARIALUISADIBORBONE #MYCULTUREINBLOG #STORIA #PERCORSOLFATTIVO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here