Esce il nuovo e-book della collana Corti ‘La stanza numero 2’ di Andrea Camilleri.

0
1414
La stanza numero 2
2015
Corti n. 6
37 pagine
Formato e-book: epub
Protezione e-book: acs4
1,99 euro

 Andrea Camilleri

La stanza numero 2

Il racconto di Andrea Camilleri La
stanza numero 2 
tratto da Morte in mare aperto e altre indagini del
giovane Montalbano 
in versione e-book. A questo racconto è liberamente
ispirato l’episodio omonimo della serie televisiva «Il giovane Montalbano», in
onda a partire dal mese di settembre su Rai1.

L’Albergo Panorama di Vigàta, «un
vecchio palazzotto a tri piani, chiuttosto malannato» situato nella parte alta
del paese con una splendida vista sul porto, va a fuoco proprio mentre il
commissario Montalbano si trova nei paraggi con Livia ad osservare «il
sottostanti porto e il mari sireno supra al quale s’arriflittiva ’no spicchio di
luna». L’episodio appare subito di natura dolosa, e il principale sospettato è
il proprietario stesso dell’albergo, Aurelio Ciulla: «Commissario, c’è picca da
capire. Siccome che l’albergo non renni, anzi va chiuttosto mali, tutti pensano
che sugno stato io a darici foco per pigliarimi il dinaro
dell’Assicurazioni».

Andrea Camilleri


Montalbano inizia ad indagare prendendo informazioni
sugli ospiti dell’albergo la notte dell’incendio. Sulla stanza numero 2 si
concentrano i dubbi del commissario, ma anche sull’albergatore: «O è uno che non
sgarra mai di un millimetro dalla strata giusta o è un grannissimo figlio di
buttana macari se non nni avi l’aria».
Un Montalbano aspramente giovane e
audace che vive con Livia la stagione più bella, quella della passione e
dell’urgenza di stare sempre insieme.


Andrea Camilleri (Porto Empedocle,
1925), regista di teatro, televisione, radio e sceneggiatore. Ha insegnato regia
presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica. Ha pubblicato numerosi saggi
sullo spettacolo e il volume, I teatri stabili in Italia
(1898-1918). Il suo primo romanzo, Il corso delle cose, del
1978, è stato trasmesso in tre puntate dalla TV col titolo La mano sugli
occhi
. Con questa casa editrice ha pubblicato: La strage
dimenticata
(1984), La stagione della caccia (1992), La bolla
di componenda
(1993), Il birraio di Preston (1995), Un filo di
fumo
(1997), Il gioco della mosca (1997), La concessione del
telefono
(1998), Il corso delle cose (1998), Il re di Girgenti
(2001), La presa di Macallè (2003), Privo di titolo
(2005), Le pecore e il pastore (2007), Maruzza Musumeci
(2007), Il casellante (2008), Il sonaglio (2009), La
rizzagliata
(2009), Il nipote del Negus (2010, anche in versione
audiolibro), Gran Circo Taddei e altre storie di Vigàta (2011), La
setta degli angeli
(2011), La Regina di Pomerania e altre storie di
Vigàta 
(2012), La rivoluzione della luna (2013), La banda
Sacco 
(2013), Inseguendo un’ombra (2014), Il quadro delle
meraviglie. Scritti per teatro, radio, musica, cinema 
(2015); e inoltre i
romanzi con protagonista il commissario Salvo Montalbano: La forma
dell’acqua
(1994), Il cane di terracotta (1996), Il ladro di
merendine
(1996), La voce del violino (1997), La gita a
Tindari
(2000), L’odore della notte (2001), Il giro di boa
(2003), La pazienza del ragno (2004), La luna di carta
(2005), La vampa d’agosto (2006), Le ali della sfinge (2006),
La pista di sabbia (2007), Il campo del vasaio (2008),
L’età del dubbio (2008), La danza del gabbiano (2009), La
caccia al tesoro
(2010), Il sorriso di Angelica (2010), Il
gioco degli specchi
(2011), Una lama di luce (2012), Una voce
di notte 
(2012), Un covo di vipere (2013), La piramide di
fango 
(2014), Morte in mare aperto e altre indagini del giovane
Montalbano 
(2014), La giostra degli scambi (2015).

Premio Campiello 2011 alla Carriera,
Premio Chandler 2011 alla Carriera, Premio Fregene Letteratura – Opera
Complessiva 2013, Premio Pepe Carvalho 2014, Premio Gogol’ 2015.
Articolo precedenteUntitled #94
Articolo successivoPERLE – le opere di Serena Luna Raggi in sala d’attesa
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here