LIBRI: “FALSI D’AUTORE” ALLA BIBLIOTECA VALLE AURELIA IN ROMA

0
1659
Alla Biblioteca Valle Aurelia
venerdì 13 marzo alle ore 17,30

Daniele
Petruccioli

Falsi d’autore



Guida pratica per orientarsi nel mondo
dei libri tradotti

Insieme all’autore interviene Paola
Del Zoppo
, direttrice editoriale presso Del Vecchio Editore e docente di
Lingua e traduzione tedesca all’Università della Tuscia di Viterbo.
 
Chi pubblica un testo in traduzione
spesso fa di tutto per tenercelo nascosto. Perché? Cosa c’è sotto? Come mai sul
libro quasi non c’è scritto che è una traduzione? Come mai è così difficile
capire chi l’ha fatta? E soprattutto per quale motivo molto spesso non c’è
niente, ma assolutamente niente, ma proprio niente nel modo più inverecondo e
totale, sull’idea che a quella traduzione soggiace e sulle tecniche impiegate
per portarla a termine?

Perché? È il traduttore che non vuole?
Non glielo fanno dire? Tutt’e due le cose insieme? Mi sembrano domande
importanti per chi legge libri tradotti.

Questa piccola guida semiseria vi
aiuterà a capire se un libro è tradotto, se è ben tradotto, e soprattutto se la
traduzione è di vostro gradimento. Solo scegliendo, e chiedendo a chi produce
libri maggiore attenzione e trasparenza, si restituirà alla figura del
traduttore il ruolo che gli spetta, non solo sul frontespizio, ma anche nella
consapevolezza di chi legge.

Daniele Petruccioli è nato
a Roma, dove vive. Per anni si è occupato principalmente di teatro. Dal 2005
collabora come traduttore, scout e editor con diverse case editrici. Tiene
regolarmente laboratori di traduzione e insegna traduzione dal portoghese
all’università di Roma Tor Vergata. È la voce italiana di Dulce Maria Cardoso e
Philippe Djian. Fra i suoi autori: Will Self, Luandino Vieira, Anouar Benmalek.
Nel 2010 ha vinto il premio “Luciano Bianciardi” per la traduzione del romanzo
Lettere di Mark Dunn (Voland 2008).
 

Biblioteca Valle Aurelia

Viale di Valle Aurelia, 129 00167 Roma

tel. 0645460613

web: http://www.bibliotu.it

Articolo precedenteCINEMA e TELEVISIONE: IL CORTO PREMIO OSCAR 2015 “THE PHONE CALL”
Articolo successivoARTE: STARGATE
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here