MUSICA: Bach dell’Akademie für Alte Musik inaugura la stagione della IUC

0
459

Aula Magna della Sapienza Università di Roma
(ingresso esclusivamente dal varco pedonale di Viale Regina Elena 334)
Sabato 17 ottobre ore 20.15
Akademie für Alte Musik Berlin
Dorothee Mields soprano
Georg Kallweit violino
Raphael Alpermann clavicembalo

Akad. Alte Musik Berlin(credit_Kristof Fischer) 

Bach – Cantate & Concerti
Sinfonia da Ich geh und suche mit Verlangen BWV 49
Mein Herze schwimmt im Blut, Cantata BWV 199
Concerto in mi maggiore per violino e orchestra BWV 1042
Concerto in fa minore per clavicembalo e orchestra BWV 1056
Weichet nur betrübte Schatten, Cantata BWV 202
La stagione della IUC s’inaugura
con il Bach dell’Akademie für Alte Musik di Berlino,
una delle più prestigiose orchestre nel campo della musica barocca,
eccellenza della musica tedesca
e specialista del grande Johann Sebastian
A inaugurare sabato 17 ottobre alle 20.15 la stagione della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti sarà l‘Akademie für Alte Musik Berlin, un’eccellenza della musica tedesca e una delle più importanti orchestre del mondo nel campo della musica barocca. Eccezionalmente, in occasione di questo concerto e di quello di Jordi Savall del 20 ottobre, l’ingresso alla Città Universitaria sarà consentito esclusivamente dal varco pedonale di Viale Regina Elena 334, a partire dalle 19.30.
L’Akademie für Alte Musik, fondata nel 1982 e unanimemente riconosciuta come un’autorità in campo bachiano, come afferma la critica e conferma il più di un milione di dischi venduti e il successo delle sue tournées in Europa, America e Asia, dedica il suo concerto interamente al grande Johann Sebastian Bach. Culmine della serata sono due Cantate, che appartengono al settore più cospicuo per quantità e qualità del catalogo di Bach, ma che sono poco conosciute ed eseguite in Italia. Si tratta della Cantata sacra Mein Herze schwimmt im Blut BWV 199 e della Cantata nuziale Weichet nur betrübte Schatten BWV 202. Il soprano solista è Dorothee Mields, una delle migliori interpreti del repertorio barocco tedesco, in particolare di Bach: le sue qualità sono la sicurezza stilistica, la delicatezza dell’espressione e la radiosa personalità. “Nessun cantante di oggi capisce meglio la musica sacra tedesca del diciassettesimo secolo e nessuno la canta meglio”, ha scritto di lei l’International Record Review.
Sono in programma anche la Sinfonia della Cantata Ich geh und suche mit Verlangen BWV 49 e due dei più bei Concerti di Bach, il Concerto in mi maggiore per violino e orchestra BWV 1042 e il Concerto in fa minore per clavicembalo e orchestra BWV 1056, che avranno come solisti due colonne dell’ensemble berlinese, il primo violino e konzertmeister Georg Kallweit e il clavicembalista Raphael Alpermann.
Lo stile, il rigore e la perfezione dell’orchestra tedesca e la sua specializzazione nell’interpretazione della musica di Bach rendono quest’appuntamento imperdibile per ogni appassionato.

BIGLIETTI:    Interi: da 20 euro a 30 euro, più prevendita
                        Giovani : under 30: 8 euro; under 18: 5 euro
INFO per il pubblico:  tel. 06 3610051
                                     www.concertiiuc.it
                                     botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it
Articolo precedente
Articolo successivoMUSICA: CHORUS PER GLI OVER 30 ALL’ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here