MUSICA. GUY ONE

0
528
L’Africa più pura e selvaggia incontra con la musica e nella musica l’Occidente e nasce un artista internazionale. Leggete la biografia di questo artista e vi colpirà.
La musica di Guy One non è world music, è local music.

Artista: Guy One
Titolo: EVERYTHING YOU DO, YOU DO FOR YOURSELF
Etichetta: PhilophonRecords
Radio Date: 8.12.2017




Formati: 7″/ DIGITALE

Prodotto da Max Weissenfeldt (The Poets Of Rhythm e Withefield Brothers)
Lato A: Everything you do, you do for yourself
Lato B: Estre feat. Florence Adooni (non incluso nell’album)


EVERYTHING YOU DO, YOU DO FOR YOURSELF
” If you do good, you do for yourself. If you do bad, you do for yourself. ”
” Se fai bene, lo fai per te stesso. Se fai male, lo fai per te stesso. “
Per la prima volta Guy One fa uso della lingua inglese in una canzone Frafra.

 Frafra music, uno stile che trae le sue origini da una piccola zona rurale del Ghana al confine con il Burkina Faso. 

GUY ONE è figlio di un agricoltore ed è nato nel 1972 a Nyariga. Alleva mucche e capre e lavora nei campi. Non va mai a scuola – anche perché la scuola non esiste nel suo villaggio. A 20 anni diventa maestro del #Kologo, un banjo originale a due corde, e la sua fama arriva nei villaggi circostanti.

Intorno ai 30 anni incide il primo album che ottiene subito un grande successo. Le comunità #Frafra che si sono stabilite nelle grandi città del #Ghana meridionale si innamorano di lui. Va in tour in tutto il paese e produce un album dopo l’altro. Alla fine del 2012 vince il “Ghana Music Award” come miglior musicista tradizionale.
L’incontro con il batterista e produttore Max Weissenfeldt risale al 2010. Tra i due inizia subito una collaborazione basata unicamente sull’intuizione musicale, senza nessuna comunicazione verbale possibile a causa delle barriere linguistiche. Nel 2013 #GuyOne esce per la prima volta dal Ghana. Nell’estate del 2015 è in tour con Polyversal Souls, la band di Weissenfeldt, con cui si esibisce al Festival di Roskilde in Danimarca davanti a migliaia di persone e a fine anno pubblica il primo 7” a suo nome per la Philophon Records. Dalla primavera del 2016, ancora insieme ai Polyversal Souls e alla cantante Frafra Florence Adooni, partecipa ad un lungo tour che prende il via in Africa occidentale (Nigeria, Benin, Togo, Ghana and Costa d’Avorio) e prosegue in Germania, Polonia, Inghilterra, Paesi Bassi e Danimarca. Tra una data e l’altra del tour vengono ultimate le registrazioni di # 1.
La cooperazione tra Guy One e #MaxWeissenfeldt è stata in parte finanziata dalla Fondazione Culturale Federale della Germania e realizzata in collaborazione con l’associazione Benkadi e.V.

Articolo precedenteLIBRI . NONNITUDINE DI FULVIO ERVAS
Articolo successivoEVENTI. INCONTRI BIBLICI
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here