Prix International Arthur Honegger ad ARTURO FEDELE

0
447
Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Stagione
2015-2016

Ivan Fedele riceve il Prix International
Arthur Honegger

A Ivan Fedele è stato attribuito all’unanimità dei giurati il Prix
International Arthur Honegger 2016 per l’insieme della sua opera di
compositore.
Fondato
dalla famiglia Honegger sotto l’egida della Fondacion de France, il prestigioso
riconoscimento è stato attribuito per la prima volta nel 1971 a Luigi
Dallapiccola e in seguito a compositori come György Ligeti, Krzysztof
Penderecki, Luís De Pablo.
L’Accademia
Nazionale di Santa Cecilia – che lo annovera dal 2005 tra gli Accademici
effettivi – si congratula con Ivan Fedele, che dal 2007 è inoltre docente
presso Cattedra di Composizione nell’ambito dei Corsi di Perfezionamento in Studi
Musicali dell’Accademia stessa.
IVAN FEDELE
Nato a Lecce
nel 1953, ha compiuto gli studi pianistici con B. Canino, V. Vitale e I.
Deckers e di composizione con R. Dionisi, A. Corghi e F. Donatoni. Suoi docenti
alla Facoltà di Filosofia dell’Università di Milano sono stati, tra gli altri,
E. Paci, L. Geymonat, G. Giorello, R. Mangione e R. Cantoni. Figlio di un
matematico, deve all’insegnamento del padre la passione per questa disciplina
che lo accompagnerà in diverse importanti ricerche compositive come, per
esempio, l’approfondimento e l’applicazione del concetto di “spazializzazione”
(Duo en résonance, Ali di Cantor, Donacis
Ambra
), la formulazione di una “libreria” di procedure creative e la
definizione di un prototipo di “sintetizzatore granulare” usato nella
realizzazione della parte elettronica di Richiamo (per ottoni, percussioni e
dispositivo informatico – IRCAM 1993). Nell’aprile 2005, all’Arsenale di Metz è
stato presentato in prima mondiale Capt-Actions
(per quartetto d’archi, accordéon e dispositivo elettronico) che utilizza per
la prima volta un nuovo sistema di “capteurs” i quali sono in grado di inviare
al computer i dati del profilo di un gesto strumentale e di farlo
“interpretare”, in tempo reale, secondo modelli di trasformazione del suono
predisposti dal compositore. Questa nuova tecnologia, messa a punto da Thierry
Coduys negli studi della “Kitchen” di Parigi, apre prospettive d’invenzione
finora inesplorate.
Il catalogo di
Ivan Fedele comprende un centinaio di titoli ai quali si è aggiuntoAntigone,
opera commissionata dal Teatro Comunale di Firenze per l’apertura del Maggio
Fiorentino 2007, che è stata insignita del XXVII Premio “Franco Abbiati”
dell’Associazione Critici Musicali Italiani come migliore “novità assoluta del 2007”.
Oltre a numerosi lavori da camera, molte sono le composizioni per orchestra
sola, con strumento concertante o sinfonico-vocali di cui En archè, 33 noms (Commissione del Teatro alla Scala di Milano) e La pierre et l’étang (…les temps…) sono
le più recenti. La sua musica è stata diretta, tra gli altri, da Boulez,
Eschenbach, Chung, Saalonen, Muti, Slatkin, Robertson, Kalitze, Wit, Valade e
Rophé ed eseguita da orchestre e ensemble quali BBC, Radio di Berlino, Orch.
Sinf. di Chicago, SWR di Stoccarda, National de France, National de Lyon, Orch.
Sinf. di Varsavia, OSN della RAI, S. Cecilia, Ensemble Intercontemporain,
London Sinfonietta, Klangforum Wien, ecc.
Animus Anima (Cd Stradivarius STR 33629) ha
ricevuto da “Le Monde de la Musique” lo “Choc de la Musique 2003” mentre a Maya (Cd L’Empreinte Digitale ED 13198)
è stato attribuito il ”Coup de Coeur 2004” dall’ “Académie Charles Cros”. Nel
2007 Mixtim (Cd Stradivarius 33717)
ha vinto l’undicesima edizione del Premio del Disco Amadeus nella categoria contemporanea.
Il recente Cd monografico a lui dedicato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale
della Rai, Mosaïque (Cd Stradivarius
STR 33850), comprende tutte le sue composizioni concertanti con violino solista
interpretate da Francesco D’Orazio. Il Cd/Dvd che raccoglie l’intera opera
pianistica eseguita da Ciro Longobardi (Cd Limen CDVD004C004) ha ricevuto nel
2011 lo Speciale Premio della Critica/Classica della rivista Musica &
Dischi.
Ivan Fedele
svolge anche un’intensa attività didattica che lo ha visto presente in
importanti istituzioni come l’Università di Harvard, l’Università di
Barcellona, la Sorbona e l’IRCAM di Parigi, l’Accademia Sibelius di Helsinki,
l’Accademia Chopin di Varsavia, il Centro Acanthes di Avignone, il CNSM di
Lione e il CNR di Strasburgo, oltre che nei Conservatori di Milano, Bologna e
Torino. Nel 2000 è stato insignito dal Ministro della Cultura Francese
dell’onorificenza di “Chevalier de l’Ordre des Lettres et des Arts”. Nel 2005 è
nominato Membro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Roma. Nel 2007 il
Ministero della Cultura Italiano gli ha assegnato la Cattedra di Composizione
nell’ambito dei Corsi di Perfezionamento in Studi Musicali presso la stessa
Accademia. Dal 2009 al 2011 è stato direttore artistico dell’Orchestra I Pomeriggi
Musicali di Milano. Il Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia
ha nominato Ivan Fedele direttore artistico del Settore Musica per il
quadriennio 2012-2015.

Articolo precedenteQUATTRO GRANDI ISTITUZIONI DELLA MUSICA SI UNISCONO
Articolo successivoDANNY BRONZINI GIOVANISSIMO CHITARRISTA CON L’ALBUM DI ESORDIO
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here