ARTE: BELLOTTO E CANALETTO . LO STUPORE E LA LUCE

0
569


Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce
a cura di Bozena Anna Kowalczyk
Gallerie d’Italia – Piazza Scala
Sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano

25 novembre 2016 – 5 marzo 2017

E’il primo progetto espositivo che Milano dedica a due artisti di spicco del Settecento europeo: Antonio Canal, detto “il Canaletto” (Venezia 1697-1768) e suo nipote Bernardo Bellotto (Venezia 1722-Varsavia 1780).
Con 100 opere, tra dipinti (72 in tutto, di cui 10 di Canaletto e 62 di Bellotto), 14 disegni (2 di Canaletto e 12 Bellotto) e 14 incisioni (2 di Canaletto, 9 di Bellotto e 3 di Fabio Berardi), il percorso espositivo intende illustrare  il vedutismo veneziano.
Un terzo delle opere è esposto in Italia per la prima volta.
Canaletto e Bellotto sono stati riconosciuti come i precursori della fotografia e  ora si conferma anche con la cinematografia.
Nell’atelier di Canaletto il lavoro era basato sull’organizzazione delle riprese e degli schizzi in vista delle repliche e delle ripetizioni delle scene rappresentate. Bellotto, ai suoi esordi, parte dagli schizzi documentali giungendo a un risultato sempre diverso.


La mostra si arricchisce anche dello studio  sull’inventario della biblioteca appartenuta a Bellotto e andata distrutta nel bombardamento prussiano a Dresda del luglio 1760. Si tratta forse della più straordinaria biblioteca d’artista della storia, con oltre mille titoli, un numero sorprendente considerata la giovane età del pittore (36 anni). I volumi spaziavanodai classici come Dionigi di Alicarnasso, Pausania, Plauto, Terenzio, Cesare, Cicerone, Orazio ai moderni Dante, Petrarca, Ariosto, Machiavelli, Aretino, Tasso senza dimenticare il molto amato Boccaccio. La biblioteca conteneva anche opere filosofiche, tra cui Agrippa di Nettesheim, Erasmo, Montaigne, Tesauro, Hume, Newton,Berkeley, Montesquieu, fino a giungere a quelle sorprendentemente anticlericali di Gregorio Leti e Paolo Sarpi.


La mostra si completa con una sezione multimediale in cui il visitatore è accompagnato alla scoperta del Vedutismo, di Venezia e del Settecento europeo, fruibile anche al sito www.ilbookshopdellemeraviglie.it.
Catalogo Silvana editoriale in italiano e inglese.

Informazioni 
25 novembre 2016 – 5 marzo 2017
Gallerie d’Italia – Piazza della Scala 6, Milano
Apertura
Martedì – domenica 9.30-19.30 (ultimo ingresso ore 18.30) Giovedì 9.30-22.30 (ultimo ingresso ore 21.30)
Lunedì chiuso
Aperture straordinarie
8 e 26 dicembre 2016, 1 gennaio 2017 (apertura gratuita 14.30-19.30, ultimo ingresso alle ore 18.30),
6 gennaio 2017
Chiusure
7 dicembre chiusura anticipata alle 14.30 (ultimo ingresso ore 13.30)
24, 25 e 31 dicembre 2016
Biglietto
Biglietto: intero 10 euro, ridotto 8 euro, ridottissimo 5 euro
Gratuito per le scuole, minori di 18 anni e la prima domenica del mese
Informazioni

Numero verde 800.167619; info@gallerieditalia.com; www.gallerieditalia.com

Articolo precedenteAIDA DI ANTONIO PAPPANO VINCE LO LO SCHALLPLATTENKRITIK PREIS
Articolo successivoARTE E ‘SCIENZA IL 3 DICEMBRE AL MAO DI TORINO
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here