ARTE. MAUA A MILANO

0
389
A Milano nasce MAUA

il primo museo di arte urbana aumentata, uno dei 14 progetti vincitori del Bando alle Periferie promosso dal Comune di Milano.   
Un museo diffuso a cielo aperto, per scoprire itinerari cittadini fuori dal centro e dai circuiti ordinari dell’arte,  con 50 opere di street art in realtà aumentata da esplorare di quartiere in quartiere.  Inaugurazione del MAUA per domenica 17 dicembre. 
Primo tour del Giambellino già sold out. A seguire mostra e presentazione in BASE.   
Al via dal 18 dicembre le prenotazioni dei tour urbani su mauamuseum.com


50 opere di street art animate in realtà aumentata diventano l’occasione per esplorare quartieri meno conosciuti della città. Si sceglie il proprio percorso. Poi sul posto, l’esperienza prosegue in forma digitale: ogni opera, inquadrata con lo smartphone, ne genera una nuova e si trasforma in un lavoro di digital art, appositamente creato per il museo grazie a tecnologie di realtà aumentata.


Per ripensare e valorizzare i quartieri erano stati 160 i progetti presentati da quasi 500 associazioni in risposta al primo bando pubblico voluto dall’Amministrazione per sostenere – con un finanziamento totale di 548mila euro – alcune importanti iniziative per migliorare la qualità della vita nei cinque ambiti strategici del Piano Periferie: Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese.


Come si visita il MAUA
Visitare il MAUA è semplice.
– Basta: consultare la mappa delle 50 opere di street art selezionate quartiere per quartiere dagli abitanti di ciascuna zona. La mappa completa è disponibile su streetartfactory.eu, sull’app Bepart o sul catalogo cartaceo del MAUA, in distribuzione a BASE Milano, all’infopoint del Comune e nelle librerie;
selezionare una o più opere, costruire il proprio percorso, cominciare il tour; una volta sul posto, aprire l’app Bepart e inquadrare l’opera di street art con lo smartphone per vederla animarsi e trasformarsi in un’opera d’arte digitale. Condividere l’esperienza sui profili social con l’hashtag #maua #museoarteurbanaaumentata #realtaaumentata
– chi non ha la possibilità di recarsi fisicamente di fronte alle opere di street art potrà comunque fruire dei contenuti aumentati attraverso il catalogo.



Informazioni MAUA
Sito
www.mauamuseum.com
www.streetartfactory.eu/maua/




Se vuoi fare la tua esperienza personale di realtà aumentata virtuale puoi attrezzarti con un binocolo POPTECH.

#milano #maua #realtàvirtuale #poptech #binocolo #arte
Articolo precedenteTEATRO . ANTONIO CATANIA IN WHITE RABBIT RED RABBIT
Articolo successivoLIBRI E FOTOGRAFIA. HALLELUJAH TOSCANA
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here