ARTE A REGGIO EMILIA: PIETRO IORI “RISORTA”

0
206
Galleria Bonioni Arte
FINO AL 14 giugno 2015
PIETRO IORI
Risorta.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
A cura di Federico Bonioni, testo di Raffaella A. Caruso

Pietro Iori, Casa blindata, 2011

La Galleria Bonioni Arte di Reggio
Emilia (Corso Garibaldi, 43) presenta, fino al 14 giugno 2015, la mostra di
Pietro Iori  in occasione di “Fotografia
Europea”, curata da Federico Bonioni con untesto di Raffaella Caruso.
Il progetto “Risorta. Nulla si crea,
nulla si distrugge, tutto si trasforma” trae il titolo dall’opera “Risorta” (2007),
in cui una scultura lieve di garza e gesso fa eco alla fotografia sovrastante, richiamando
la ricerca dell’autore incentrata da anni sul tema del territorio e della
memoria.
«Una fotografia plastica – scrive
Raffaella A. Caruso – fatta di pieni e di vuoti […], un paesaggio in cui l’artista
fa sentire la propria presenza non solo come osservatore esterno ma anche come
soggetto che agisce con l’opera e nell’opera».

Pietro Iori, Natura in città, 2010

In esposizione, una quindicina di lavori
realizzati dal 2002 al 2015, in cui l’oggetto pittorico o scultoreo si
relaziona con la fotografia.
Il progetto inedito – “Raccolti”  (2015) – che analizza le fratture e i
cambiamenti del paesaggio nel corso delle stagioni, si affianca alle opere
tratte dalle serie “Red blood line”, “Un cuscino per sognare”, “Casa blindata”,
“Risorta”, “Natura in città”, “Uno sguardo ascoltava” e “Paesaggio romantico”

Pietro Iori, Risorta, 2007

La mostra sarà visitabile da martedì a
domenica con orario 10.00-13.00 e 16.00-20.00. Per informazioni: tel. 0522
435765 – www.bonioniarte.itinfo@bonioniarte.it.

Pietro Iori, Uno sguardo ascoltava, 2009

Pietro Iori nasce
nel 1973 a Reggio Emilia, dove vive e lavora. Diplomato nel 1998 all’Accademia
di Belle Arti di Bologna, prende parte ad esposizioni personali e collettive,
collaborando con enti pubblici e privati. Nei suoi lavori ogni materiale
utilizzato – grafica, fotografia, video, scultura – viene decontestualizzato
per acquisire nuove connotazioni concettuali. Tra il 1997 e il 1998 partecipa ad
un progetto interculturale a Berlino. Sempre in Germania, nel 2004, partecipa
ad una collettiva presso White Box di Monaco. Nel 1998 espone all’istituto di
Cultura Germanica di Bologna e nel 2004 all’Istituto di Cultura Francese di
Torino, a cura di Mario Bertoni e Dispari&Dispari. È tra gli assistenti di
Sol LeWitt per la realizzazione dell’opera “Whirls and Twirls 1”, wall drawing
presso la Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia. Gallerie di riferimento: Bonioni
di Reggio Emilia ed Eidos Immagini Contemporanee di Asti, con cui partecipa a
fiere nazionali ed internazionali (MIA, Milano ed Art Paris, Parigi). Tra le principali
mostre si segnalano: “Contro-e-vento” (Museo del Mare, Genova, 2006), “Fotografia
europea: la città e l’Europa” (Centro Internazionale Malaguzzi, Reggio Emilia,
2007, a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei), “Il pittore e il pesce”
(Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, 2008), “53esimo Premio Termoli” (Galleria
Civica, Termoli, 2008, a cura di Valerio Dehò), “Il viaggiatore assente” (Bonioni
Arte, Reggio Emilia, 2009), “Intimate Travel” (Scavi Scaligeri, Verona, 2010),
“Passo dopo Passo (Capri, 2010, a cura di Archivio Pari&Dispari, Rosanna
Chiessi ed Anna Maria Boniello), “Dentro di sé, fuori da sé” (II Biennale di
Video e Fotografia Contemporanea, Alessandria, 2011, a cura di Raffaella A.
Caruso), “Dans l’atelier du photographe: La photographie mise en scène”(Musée
Bourdelle, Parigi, 2012, a cura di Anne Cartier- Bresson), “Obbligatoriamente
transitori” (Colorno Photo Life, Reggia di Colorno, Parma, 2013). Nel 2013 è
presente alla “54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia”.
Nel 2014 partecipa alla mostra “I have a dream” (Palazzo Reale, Milano, a cura
di Melissa Proietti e Raffaella A. Caruso).
PIETRO IORI
Risorta.
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma
A cura di Federico Bonioni, testo di Raffaella A.
Caruso
15 maggio – 14 giugno 2015
Inaugurazione: venerdì 15 maggio 2015, ore 18.00-22.00.
Orari di apertura: da martedì a domenica ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00.





Per informazioni:
Galleria Bonioni Arte
Corso Garibaldi, 43
42121 Reggio Emilia
Tel/Fax 0522 435765
42121 Reggio Emilia

Tel/Fax
0522 1715142

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here