ARTE.ACCADEMIA DI BELLE ARTI VENEZIA – Mostra Giacomo Quarenghi e la didattica

0
541

«Tanto sono sublimi e maestosi che nulla più»

La didattica dell’architettura all’Accademia di Belle Arti di Venezia

ai tempi di Giacomo Quarenghi

Nelle Celebrazioni del bicentenario della morte di Giacomo Quarenghi, sotto l’egida dell’Osservatorio Quarenghi di Bergamo

Accademia di Belle Arti di Venezia

Magazzino del Sale n. 3, Venezia

15 dicembre 2017 – 28 febbraio 2018

La mostra «Tanto sono sublimi e maestosi che nulla più». La didattica dell’architettura all’Accademia di Belle Arti di Venezia ai tempi di Giacomo Quarenghi espone al pubblico, e alcuni per la prima volta, preziosi disegni del Quarenghi e di famosi docenti e alunni, che testimoniano la didattica e la vita culturale della Scuola d’Architettura dell’Accademia tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento, proprio influenzata dal celebre architetto bergamasco legato da un filo sottile all’Accademia di Venezia.
INFORMAZIONI
Mostra
progettata e realizzata da Accademia di Belle Arti di Venezia, a cura di Alberto Giorgio Cassani con la collaborazione di Angela Munari ed Evelina Piera Zanon
Con la collaborazione di:
Gallerie dell’Accademia
Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige
Contributo diIntesa San Paolo
Sede – Accademia di Belle Arti di Venezia, Magazzino del Sale n. 3,
Dorsoduro 264 (Zattere), Venezia
Date/orari – Apertura dal 15 dicembre 2017 al 28 febbraio 2018
Ore 11:00-18:00, chiuso il martedì
Ingresso libero
Info
: Tel. +39 041 2413752

 #ACCADEMIABELLEARTI #VENEZIA #QUARENGHI #VENEZIA 
Articolo precedenteARTE. JUANA ROMANI LA PETITE ITALIENNE da modella a pittrice nella Parigi fin-de-siécle – UNA RIFLESSIONE SULL’UNIVERSO FEMMINILE
Articolo successivoMUSICA. ACCADEMIA DI SANTA CECILIA – JUAN DIEGO FLOREZ IN RECITAL
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here