Chef Cannavacciuolo lancia il primo corso per cuochi in modalità e-learning a distanza

0
540
Cannavacciuolo testimonial del primo
corso e-learning e a distanza

per cuochi professionisti del Centro
Europeo di Formazione

Lo chef pluristellato prossimo
giudice di MasterChef lancia il progetto 

“Chef fuoriclasse”:
Antonino Cannavacciuolo

una sfida 2.0 per formare i nuovi
cuochi con metodi innovativi



Antonino Cannavacciuolo, il
protagonista di Cucine da incubo e prossimo nuovo giudice di
MasterChef, lancia il primo corso a distanza con e-learning per cuochi
professionisti: ha accettato di essere testimonial del progetto innovativo
Chef fuoriclasse del Centro Europeo di Formazione
a partire da
quest’estate 2015. Per lo chef pluristellato di Villa Crespi a Orta

chef Cannavacciuolo in sala blu 2 – Villa Crespi, Orta

è un modo
originale per rispondere alla domanda che fa da titolo al suo ultimo libro edito
da Mondadori: «Pure tu vuoi fare lo chef?»

Il CEF-Centro Europeo di Formazione è
società editrice leader nel panorama innovativo della formazione
professionale a distanza (FAD)
, anche con metodi di apprendimento on line
grazie alle tecnologie multimediali e all’approccio social, con l’appoggio
scientifico di Renaia, la Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri con cui
realizza stage pratici, grazie a docenti e specialisti a disposizione per
consulti a distanza e un apposito ufficio stage e placement per l’assistenza
nella ricerca dell’impiego. Il corso di cuoco

Chef Cannavacciuolo in veranda


“Chef fuoriclasse” punta
all’eccellenza professionale e a un percorso formativo atipico appunto fuori
dalla tradizionale classe scolastica.

In attesa di unirsi al trio
Cracco-Bastianich-Barbieri nella prossima stagione del talent tv di cucina più
seguito, Cannavacciuolo lancia così una nuova sfida: diventare cuochi
professionisti
si può anche a una certa età e anche senza il percorso
scolastico tradizionale. Agli aspiranti cuochi che gli chiedono informazioni sul
percorso di studio da seguire risponde nel suo libro che «una scuola è utile
quando hai dei professori validi, altrimenti, forse, perdi tempo». Da qui prende
il via questo nuovo e originale progetto dedicato a chi vuole trasformare nel
proprio lavoro la passione per la cucina. Lo chef di
Vico
Equense
ha raggiunto il successo grazie al
sudore della fronte in turni interminabili dentro grandi cucine al seguito di
grandi maestri: primo fra tutti il padre, all’inizio contrario che il figlio
seguisse la sua strada: «Quando seppe che volevo fare il cuoco mi disse: “Prendi
un calendario e cancella tutte le date in rosso”». Perché, egli ricorda, «la
vita di un vero chef non ha orari, non ha vacanze né feste comandate; bisogna
sporcarsi le mani, darsi da fare, imparare, crescere e non dormire mai sugli
allori».
Nel nuovo corso editoriale con metodo
FAD il Centro Europeo di Formazione, come spiega l’amministratore delegato Guido
Galimberti, «si propone l’unica modalità formativa capace di liberare allievi e
docenti dai limiti posti dalla compresenza fisica offrendo un metodo innovativo
per l’acquisizione delle competenze professionali attraverso sussidi didattici
mirati e avanzate tecnologie di comunicazione. È una formazione ideata su
misura con un percorso personalizzato
di qualificazione unico nel suo
genere». Infatti si tratta di una formazione completa e certificata senza essere
vincolati a orari e luoghi ma organizzando il carico di studio e le tempistiche
dell’apprendimento in completa autonomia. E ora il CEF intende rivoluzionare
ancor più l’esperienza dell’apprendimento con un progetto di e-learning e
social learning. Il corso per Cuoco professionista prevede sedici
volumi-unità didattiche con esercizi e test di valutazione a distanza, 3 dvd
video pratici, 3 volumi con il meglio delle ricette della grande tradizione
regionale italiana e altri strumenti, anche su piattaforme pc, tablet e
smartphone.
Nato in Italia nel 2007 in seno al
Gruppo De Agostini con l’obiettivo di farne un leader europeo nel settore della
formazione professionale erogata con il metodo della Formazione a distanza
(FAD), il Centro Europeo di Formazione è oggi all’interno del Gruppo
Ebano
di Novara presieduto da Carlo Robiglio, che assicura: «abbiamo
raggiunto l’obiettivo di avere oltre 22 000 allievi soddisfatti e fieri di
appartenere alla nostra scuola al punto da voler condividere pubblicamente,
numerosi, la propria esperienza sul sito www.centro-europeo-formazione.it».
Robiglio nel dare ufficialmente il benvenuto al testimonial del corso Chef
fuoriclasse
ha dichiarato: «Antonino Cannavacciuolo ha avuto fiducia nel
metodo in cui crediamo
. Questa fiducia ci spinge oggi ad aumentare ancor più
il nostro impegno per offrire una formazione professionale innovativa valida che
dia risultati concreti nel mondo del lavoro a chiunque accetti questa grande
sfida. Come dice Cannavacciulo, “Bisogna sempre avere dei sogni, anche
ambiziosi, sennò non vai da nessuna parte”».
In autunno è previsto un evento in cui
lo chef Cannavacciuolo presenterà pubblicamente il progetto nell’idea che «la
prima cosa che deve fare un cuoco è trovare la propria strada».

Il centralino del Centro Europeo di
Formazione risponde al numero 199 168 168 o e-mail info@corsicef.it. Il sito
internet è www.corsicef.it.
Articolo precedenteEVOCAZIONI. ARTE E DESIGN NEL MARMO al MuSA di Pietrasanta | 24 luglio – 30 agosto 2015
Articolo successivoL’improvvisa scomparsa di Sebastiano Vassalli
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here