CINEMA E FOTOGRAFIA: LE GIORNATE DELLA LUCE

0
298
Spilimbergo 11 – 19 giugno 2016
TORNA TRA L’11 E IL 19 GIUGNO A SPILIMBERGO (PN) IL FESTIVAL CHE CELEBRA I MAESTRI DELLA
FOTOGRAFIA DEL NOSTRO CINEMA
LE GIORNATE DELLA LUCE

Il festival nasce per celebrare il ruolo degli Autori della Fotografia del nostro
tempo, i
Maestri della Luce del cinema italiano contemporaneo. 
La cura
artistica è dell’autrice, regista e conduttrice
Gloria De Antoni,

Gloria De Antoni

con Donato
Guerra.

Anche quest’anno sarà presente Dante Spinotti, un grande maestro della fotografia e due volte candidato all’Oscar.
Il programma si svolgerà attraverso proiezioni di film in concorso, incontri con registi e attori, seminari,
percorsi espositivi, eventi collaterali e culminerà con il conferimento del premio Il Quarzo di Spilimbergo-Light
Award
, che premierà la fotografia di un film italiano dell’ultima
stagione. A presiedere  la
Giuria
degli esperti ci sarà  Pupi Avati,


da quasi cinquant’anni tra i protagonisti assoluti del
nostro cinema: il regista bolognese sarà anche uno dei docenti della Masterclass
dedicata agli studenti delle Scuole di Cinema e il festival gli dedicherà anche
una mostra retrospettiva. La giuria che affianca
Pupi Avati per l’assegnazione del rpremio al miglior Autore della Fotografia – composta anche dall’attore Luca Zingaretti

Luca Zingaretti

e il giornalista,
critico cinematografico e autore televisivo Oreste De Fornariha
selezionato tra i film italiani dell’ultimo anno la terna dei finalisti:
Paolo Carnera per il film Suburra
di Stefano Sollima, Vladan Radovic
per La
pazza gioia
di Paolo Virzì, e Fabio
Zamarion
per La corrispondenza di Giuseppe Tornatore.

I tre
film
saranno proiettati in sala al Cinema Castello durante il festival
(giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18), per giungere alla premiazione del vincitore nella serata conclusiva di domenica 19 giugno.
Tra le presenze di punta di questa edizione anche l’attrice e regista Veronica Pivetti 

Veronica Pivetti
che tra mercoledì e
domenica sarà protagonista di una serie di proiezioni e incontri. Oltre a
presiedere la Giuria dei giovani che
assegnerà il Premio “Il Quarzo dei Giovani – FVG Film Commission”.
Protagonisti di questo premio i partecipanti alla Masterclass delle Scuole
di Cinema – in programma nella giornata di domenica 19 giugno – che quest’anno
coinvolge studenti del
DAMS di
Gorizia, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, del Centro Sperimentale di
Cinematografia di Roma, della Civica Scuola di Cinema di Milano, di ZeLIG
School for Documentary, Television and New Media di Bolzano e dell’Università
di Lubiana – Accademia di Teatro, Radio, Film e Televisione.
Tra i docenti della Masterclass un altro, grande ospite di
questa edizione, il pluripremiato regista polacco Krzysztof Zanussi.
Apertura ufficiale sabato 11 giugno con l’attesa presenza del vincitore della scorsa edizione,
l’autore della fotografia Luca Bigazzi –
premiato per il film Youth di
Paolo Sorrentino – che riceverà il
premio che lo scorso anno non riuscì a ritirare personalmente e sarà
intervistato da Gloria De Antoni.
Spicca tra le presenze anche della regista Maria
Sole Tognazzi
, protagonista
dell’Incontro 8 ½, condotto dalla giornalista e scrittrice Laura
Delli Colli.
Figlia del celebre
attore e regista Ugo Tognazzi, uno dei “mostri sacri” della Commedia
all’Italiana, Maria Sole si è rivelata una regista di grande tecnica e talento,
apprezzata da critica e pubblico, non solo in Italia.
A suggello
dell’edizione, domenica 19 giugno
, oltre all’attesa assegnazione
dei riconoscimenti al miglior Autore
della Fotografia
il festival ospiterà anche un omaggio a Marcello Mastroianni a vent’anni dalla scomparsa alla presenza
della figlia Barbara Mastroianni e
della produttrice Silvia D’Amico.

Proclamazione dei vincitori dei Premi Il Quarzo di Spilimbergo – Light Award, Il Quarzo dei Giovani – FVG Film Commission e
Il Quarzo del Pubblico – Audience Award
domenica 19 giugno alle 21.00.
Presenti la curatrice del festival Gloria
De Antoni
, la presidente della Giuria Giovani Veronica Pivetti e il giurato Oreste
De Fornari
.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here