COSA HA DETTO IL PROF. ALESSIO FIGALLI A RADIO DOC

0
389
ALESSIO FIGALLI INTERVISTATO
ALESSIO FIGALLI INTERVISTATO radio doc

Il Prof. Alessio Figalli , Medaglia Fields 2018 e docente al Politecnico di Zurigo, ha appena concluso la sua intervista a Radio Doc.

Vediamo cosa ha detto.

Ricevere la notizia dell’assegnazione della Medaglia Fields (il massimo riconoscimento in campo matematico) è stata una grande emozione, un’emozione davvero particolare. Ha ricevuto un’email, che gli chiedeva un collegamento skype: c’è stato il dubbio e insieme la scaramanzia per alcune ore…ma poi la notizia è arrivata!
Alessio Figalli ha parlato della sua formazione italiana: lui si è formato in Italia al 100 per cento, e per questo fa un riconoscimento alla matematica italiana.

La matematica italiana è a un grandissimo livello. 

E con questa dichiarazione Figalli vuole lanciare un segnale importante per le persone e per il governo italiano.

Qual è stato l’argomento per cui Figalli ha vinto la Medaglia Fields 2018?

Il merito è uno studio sul trasporto ottimale, cioè sulla maniera più efficace per trasportare massa da un luogo a un altro (detto in parole ultra semplificate).
Figalli ha spiegato che il trasporto ottimale è utilizzabile per tantissime aree, anche per le particelle, e per questo è uno strumento matematico molto potente.

(La teoria del trasporto ottimale ha infatti, così tante applicazioni: urbanistica, distribuzione di risorse, statistica, idrodinamica, riconoscimento d’immagini, meteorologia, biologia fino ai big data. n.d.r.)

Come è cambiata la sua vita dopo la Medaglia Fields? 

La sua vita indubbiamente è cambiata: ora ha una visibilità spiccata, anche mediatica, che prima non c’era; arrivano tante richieste per interviste e per eventi pubblici. Certamente non può fare tutto, ma cerca di mantenere un equilibrio.

Entrando nella sua sfera più personale, Figalli rivela che il problema più urgente è cercare di rivedere più spesso sua moglie. Hanno fatto e fanno entrambi dei sacrifici, all’estero; ora sono geograficamente separati, ma stanno cercando di trovare il loro equilibrio e fare dei compromessi: quindi, non è tutto rose e fiori!

Tornare a insegnare in Italia?

Alessio Figalli e sua moglie sono attaccati Italia, dove entrambi si sono formati, ma il problema è che le condizioni lavorative qui (in Italia) non sono comparabili con quelle all’estero, e quindi il loro sforzo è cercare di tornare in Italia facendo seminari e lezioni, cioè di contribuire in questo modo alla matematica italiana: non è una prerogativa immediata tornare definitivamente in Italia.

Un ringraziamento per questa preziosa intervista va a Giocchino Onorati di Aracne editrice , che ha lanciato la proposta dell’intervista ad Alessio Figalli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here