DOPPIO CAPOLAVORO. Antonello da Messina dalla Sicilia a Torino | Palazzo Madama Torino

0
230
 DOPPIO CAPOLAVORO
Antonello da Messina dalla Sicilia a
Torino


La Madonna col Bambino benedicente
(recto) e l’Ecce Homo (verso) dal Museo regionale di Messina per la prima
volta a confronto col Ritratto d’uomo di Palazzo Madama.


Palazzo Madama
Piazza Castello – Torino
22 aprile – 27 maggio 2016

Inaugurazione: 21 aprile, ore
18.00


Palazzo Madama presenta un
appuntamento dedicato ad Antonello da Messina. 
Dal 22 aprile
al 27 maggio  il celebre Ritratto d’uomo, potrà dialogare con
un’opera del grande maestro siciliano eccezionalmente in prestito dal Museo
regionale di Messina
. Si tratta di una preziosa tavola bifronte che
raffigura su un lato la Madonna con il Bambino benedicente e francescano
in adorazione
e sull’altro l’Ecce homo.
L’opera in prestito da Messina è
annoverabile
tra i primissimi lavori dell’artista e si è imposta
all’attenzione della critica internazionale per la straordinaria qualità della
pittura, provocando uno fra i più dibattuti casi di attribuzione ad Antonello.
La collocazione cronologica, tra il 1465 e
il 1470, è ipotizzabile dai riferimenti alla pittura fiamminga e provenzale, patrimonio che il giovane Antonello avrebbe conosciuto durante il soggiorno a Napoli presso
Colantonio intorno al 1450.

Il Ritratto d’uomo, dipinto
nel 1476, una delle prove più alte della produzione di Antonello è tra i massimi esempi della capacità cogliere la personalità del soggetto. La potenza dello sguardo ha fatto
di questo ignoto personaggio una celebrità, e spesso si è tentato di leggere in
senso psicologico la sua espressione autorevole e, forse, autoritaria.
Esempio di art sharing, dopo Torino la mostra farà tappa dal 1 giugno al 10 luglio 2016 nel museo
siciliano
, che nell’autunno del 2016 inaugurerà una nuova e
imponente sede museale.

Palazzo Madama Museo Civico d’Arte
Antica
Fondato nel 1860, il museo è oggi ospitato
in uno dei più antichi e affascinanti palazzi della città, con testimonianze
architettoniche e di storia dall’età romana al Barocco di Filippo Juvarra. Le
raccolte contano oltre 60.000 opere di pittura, scultura e arti decorative dal
periodo bizantino all’Ottocento. www.palazzomadamatorino.it

Piazza Castello, Torino
Orario: lun-mer-gio-ven 10-18; sab 11-19;
dom 10-19. Chiuso il martedì. La biglietteria chiude un’ora prima
Fondazione Torino Musei. 150.000 opere
d’arte, 2000 anni di storia, 4 musei.

Nata nel 2002, ne fanno parte GAM – Galleria
Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte
Antica, Borgo Medievale e MAO Museo d’Arte Orientale. Lo straordinario
patrimonio, tra collezioni, raccolte e strutture, rende l’offerta culturale
torinese una delle prime in Italia, anche grazie a collaborazioni attive con i
più importanti musei e fondazioni nazionali e internazionali.
www.fondazionetorinomusei.it
Articolo precedente“IN MAGGIORE” Fresu-Bonaventura per Rivoli Musica e BTT
Articolo successivoLUCA TRAZZI. CROMATERIA
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here