Felicia Bongiovanni e’ la prima voce lirica premiata al My Way Festival dedicato a Frank Sinatra

0
422
Felicia
Bongiovanni è la prima voce lirica premiata al

My Way Festival, il
Festival della voce dedicato a Frank Sinatra “The
Voice”

26
luglio 2015


Lercara Friddi, Palermo

Il 26 luglio 2015 in occasione di My Way Festival, il Festival della
voce dedicato a Frank Sinatra, il soprano Felicia Bongiovanni sarà la prima voce
lirica ad essere premiata nell’ambito di questa iniziativa che riconosce i
meriti dei lercaresi che si siano distinti nel mondo seguendo l’esempio di
Sinatra, originario di Lercara Friddi (PA) e diventato negli Stati Uniti ‘The
Voice’ per antonomasia.
Quale miglior inizio, quindi, che assegnare il Premio “Lercarese nel mondo” a
colei che si è distinta proprio per la vocalità nelle sue più alte espressioni,
di cui il canto lirico rappresenta la massima eccellenza. Felicia Bongiovanni,
lercarese d’origine, è famosa nel mondo per la sua attività internazionale di
soprano che l’ha portata nei più prestigiosi teatri italiani, come La Fenice di
Venezia, il Comunale di Bologna, il ROF (Rossini Opera Festival) e il Politeama
di Palermo, e all’estero, scelta dall’associazione dedicata a Maria Callas per
interpretare la Divina negli Stati Uniti e come testimonial del bel canto e di
pace in Africa, al Teatro Nazionale Cha de Caxide di Luanda e sulla portaerei
Cavour della Marina Militare in Angola, al Teatro Nazionale e alla Basilica di
Notre Dame d’Afrique di Algeri, all’Auditorium dell’Istituto di Cultura Italiano
di Addis Abeba in Etiopia. A questa attività concertistica strettamente lirica,
Felicia Bongiovanni affianca da molti anni la divulgazione del repertorio
operistico in contesti di generi diversi, dal jazz al pop, dal soul al rock,
come Umbria Jazz Winter e Porretta Soul Festival. Questa sua poliedricità l’ha
portata a collaborare con gli artisti internazionali più diversi come Eros
Ramazzotti, Giò Di Tonno, i Nomadi, Andrea Mingardi, tra gli altri. Molte le sue
apparizioni televisive, al Concerto di Natale di Rai 2 (nel 2006 e nel 2012), e
su Rai 1 in occasione del Premio Braille 2014 e del Concerto dell’Epifania del
gennaio 2015.
Nella storia della musica e del canto, nulla più dell’impostazione lirica,
che Felicia Bongiovanni ha sempre rigorosamente mantenuto anche nelle sue varie
collaborazioni, ha saputo esprimere in maniera ineguagliabile la varietà e la
profondità delle emozioni umane, riuscendo sempre a coinvolgere e a toccare
possentemente i cuori e le menti. La voce rappresenta l’espressione più diretta
dello spirito, da cui direttamente promana e che immediatamente raggiunge. La
voce mediterranea, inoltre, è universalmente riconosciuta come unica e
patrimonio raro e inestimabile della nostra cultura.
La meravigliosa voce di Felicia Bongiovanni (già insignita lo scorso anno del
Premio Sergio Bruni – La Voce di Napoli per la canzone napoletana e del Premio
“Ombre della sera” Bruno Landi per la Lirica 2014), dotata di un bellissimo
timbro naturale, esaltato da una tecnica impeccabile, e accompagnata da una rara
versatilità e da una straordinaria vis interpretativa, perfettamente incarna
questo ideale, tanto da poter essere definita le stessa “La Voce”, degna erede,
nel suo campo artistico dell’opera lirica, di Frank Sinatra “The
Voice”.


Articolo precedenteReggia di Venaria | I GIOIELLI DI GIANMARIA BUCCELLATI | Mostra prorogata al 29 novembre
Articolo successivo“IL VENTO PRIMA CHE SOFFI” Gli orizzonti dell`inconscio nel Sacre du printemps di Igor Stravinskij
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here