FESTIVAL DEGLI SCRITTORI PREMIO GREGOR VON REZZORI | I 5 vincitori Premio Giovani Lettori, Recital ODEON, Reading musicale di Francesco Bianconi

0
480
mercoledì 10
giugno 2015 – ore 12.00
Premio Gregor von Rezzori Giovani Lettori
La giuria del Premio Gregor von
Rezzori – Giovani Lettori
annuncia i vincitori della prima edizione.
Il Premio, realizzato in
collaborazione con il Comune di Firenze,
è rivolto agli studenti delle scuole fiorentine e intende promuovere la
diffusione della letteratura straniera nelle scuole superiori e avviare i
ragazzi alla lettura e alla scrittura giornalistica.
I 100 ragazzi che hanno
partecipato hanno scritto una recensione dei libri dei cinque scrittori
finalisti al Premio per la narrativa straniera: Trieste di
Dasa Drndic (Bompiani), Pura
di
Andrew Miller (Bompiani), Il corpo in cui sono nata di Guadalupe Nettel (Einaudi), La giornata di un Opričnik di Vladimir Sorokin (Atmosphere libri) e Questi sono i nomi di
Tommy Wieringa (Iperborea).  I
cinque vincitori riceveranno un buono libri da spendere nelle
Librerie Giunti al
punto.
Ecco i vincitori:
* Per la recensione a
Dasa Drndic, Trieste, Bompiani
Leonardo Mori, classe IV D, Liceo
Classico Galileo Galilei
“Riuscire a raccontare, o
meglio, a penetrare un libro senza dimenticare che lo si sta spiegando ad un
possibile lettore, a chi ancora non ha letto quell’opera ma potrà farlo, è uno
dei cardini dello scrivere recensioni. Sviscerare il nucleo centrale di un
romanzo, portarlo alla luce, consegnarlo a chi non ne sa niente ma è
incuriosito, e farlo con un linguaggio semplice eppure vivo, che catalizzi
l’attenzione, è l’altro aspetto fondamentale.  Questa recensione di Trieste di Dasa Drndic riesce con buoni
risultati in ambedue le imprese: individua il cuore drammatico del libro – la
storia che come un fiume in piena annienta tutto con i suoi orrori – e ce lo
mostra con la vivacità e la chiarezza assolutamente non banale per un
“recensore” esordiente,   senza tralasciare le osservazioni personali
di chi l’ha scritta”.
2° posto
Elena Buonafede, Liceo
Linguistico Giovanni Pascoli 4B/L
3° posto
Elisabetta Romano
Liceo internazionale Capponi IV G
* Per la recensione a
Andrew Miller,
Pura, Bompiani
Tamara Farris, Liceo classico
Michelangiolo
Classe 4 sez. D
Pura è
un libro complesso, ricco di spunti e di suggestioni, dove la grande Storia si intreccia
alla minuta storia dei protagonisti. Queste righe restituiscono con chiarezza e
sensibilità non solo la trama, ma anche l’atmosfera del romanzo, la sua anima
più nascosta. Una lettura insieme puntuale nei riferimenti e originale nelle
interpretazioni, che rivela la capacità di  affrontare un testo narrativo
alla luce della propria cultura e della propria esperienza.”
2° posto
Andrea
Ceredani, Liceo Classico Galileo, IV D
3° posto
Lucrezia
Romano, Liceo Classico Dante, IV A
*Per la recensione a Vladimir Sorokin, La giornata di un Opricnik, Atmosphere
Caterina Bocciardi, Liceo Capponi, IV G
“La recensione, mostra –
oltre a una considerevole capacità di lettura – anche una buona abilità
nell’analizzare i livelli simbolici e metaletterari e, quel che più conta,
trasmettere in pieno tale analisi al lettore, pur rimanendo chiaro e
divulgativo. Se a ciò si aggiunge una precisa contestualizzazione storica e una
notevole efficacia nell’inquadrare il nocciolo estetico e politico del romanzo,
il risultato è un lavoro decisamente eccellente.”

posto
Maria
Francesca Bartoloni, Liceo Ginnasio Dante, IV A
3° posto
Matteo Da Rulando, Scuola
Militare Aeronautica “Giulio Douhet” IV C
*Per la recensione a
Tommy Wieringa, Questi sono i nomi,
Iperborea
Caterina La Rosa, Liceo linguistico
Machiavelli-Capponi di Firenze, IV G
“Ogni parola
è stata scelta con cura e la recensione è costruita per permettere a chi non ha
letto il libro di farsi un’idea. Non solo: l’autore/l’autrice avanza alcune
chiavi di lettura del romando di Wieringa, come quella del diario che si fa
struttura narrativa per legare le vite dei protagonisti. Efficace l’uso delle
citazioni dal romanzo: un metodo semplice ma che dà forza all’intera
recensione”.
2° posto
Flavia Tecleme,
Liceo classico Galileo, IV B
3° posto
Alessandro Milazzo, Scuola Militare
Aereonautica,“G. DOUHET”, IV C
*per
la recensione di Guadalupe Nettel, Il
corpo in cui sono nata
, Einaudi
Lucrezia Lo Sordo, Scuola Militare Aereonautica,“G. DOUHET”, IV C
“Non nascondo che la
scelta non sia stata facile. Sono tanti i lavori presentatiche mi hanno
colpita, per l’attenzione mostrata nell’analisi del testo, per la proprietà di
linguaggio, per la curiosità e la capacità di sintesi nel raccontarlo
attraverso un breve scritto.
Alla fine ho scelto
quella di Lucrezia Lo Sordo perché Lucrezia mostra di aver attraversato il
testo in modo assolutamente personale. Di averlo fatto suo, metabolizzato e
tradotto secondo la sua sensibilità. La scrittura è pulita, mai ridondante. La
sintesi della storia è tratteggiata in modo esaustivo, in poche battute. Non
manca la sensibilità per cogliere il contesto anche sociale e politico in cui
la protagonista inserisce la sua vicenda di emarginazione e di diversità, così
come la sensibilità nel riconoscere ora il registro dell’ironia, ora quello
della malinconia.”
2° posto
Noemi Sato, Liceo Ginnasio Dante, Classe 4ªA

posto
Francesco
Maria Simoncini, Liceo Classico Michelangiolo
Le scuole partecipanti
Le scuole che hanno
accettato di partecipare al Premio sono: Liceo
Ginnasio Dante, Scuola di Scienze Aeronautiche Giulio Douhet, Scuole Pie
Fiorentine Liceo Scientifico e Classico, Liceo Linguistico Machiavelli-Capponi,
Liceo Classico Michelangiolo, Istituto Tecnico Leonardo da Vinci, Liceo
Ginnasio Galileo, Istituto Agrario Firenze, Liceo Niccolò Machiavelli
. E’
stato così creato un gruppo di 100
giovani lettori,
suddiviso in 5 sottogruppi, e a ciascuno dei quali è stata
assegnata la lettura di una delle opere finaliste. Ogni partecipante ha scritto
una recensione di 3.000 battute (una cartella e mezzo).
La giuria: Alba Donati (presidente) Chiara Dino, Fulvio Paloscia, Carlo Pestelli, Leonardo
Sacchetti e Vanni Santoni.
Premiazione
Mercoledì 10 giugno, alle ore 12.00, presso la Balconata di Palazzo Strozzi, alla presenza degli
scrittori finalisti, e del Vicesindaco, Cristina Giachi, saranno annunciati
dalla giuria i cinque vincitori del Premio. Oltre ai vincitori saranno
segnalate le recensioni che si aggiudicheranno il secondo e il terzo posto. La
premiazione apre il Festival degli Scrittori
Premio Gregor von Rezzori che si terrà a Firenze
dal 10 al 12 giugno.
Il Festival
degli scrittori
 è ideato, realizzato e sostenuto da The
Santa Maddalena Foundation
, presieduta da Beatrice Monti della Corte, che ospita
scrittori da tutto il mondo, ed è curato da
Alba Donati.
La consulenza artistica è di Volker Schlöndorff.
E’
sostenuto dal Comune di Firenze, dal Gabinetto Scientifico Letterario G.P.
Vieusseux, dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, dal ‘Centro per il libro e
la lettura’ del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e da
BassmArt Srl società del gruppo Bassilichi.  E’ realizzato con la
collaborazione della Regione Toscana, della Fondazione Sistema Toscana e di
Repubblica Firenze come media partner. Ha inoltre la collaborazione della New
York University Florence, dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America-Roma,
della Fondazione Palazzo Strozzi, delle Librerie Giunti al Punto e della
Fondazione Paul Thorel.

Il
Festival è seguito da @stoleggendo progetto lettura noprofit #vonrezzori15
#festscrittorifi15 #incipitdAutore
Articolo precedenteIgnazio Colagrossi – Mostra – Le Carrousel du Louvre – Musèe du Louvre Paris
Articolo successivoLETTERATURE FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ROMA
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here