L’OPERA DI STEFANO ARIENTI DIVENTA UN BENEFIT

0
487

Image

Image

Alzano Lombardo (BG), SPAZIO ALT – Arte Lavoro Territorio | Venerdì 11 dicembre 2015

UN’OPERA PUZZLE DI STEFANO ARIENTI
RICOMPOSTA DA “THE BLANK” PER IL BENEFIT
A SOSTEGNO DELL’ARTE CONTEMPORANEA
 
 
Un’opera inedita di Stefano Arienti donata dall’artista, scomponibile in 48 tessere vendute separatamente ai collezionisti che scelgono di sostenere “The Blank”. L’associazione culturale che anima la scena dell’arte contemporanea a Bergamo dà appuntamento l’11 dicembre allo SPAZIO ALT – Arte Lavoro Territorio, per l’evento benefico che vede in via eccezionale la ricomposizione dell’intero puzzle.
Per il terzo anno consecutivo The Blank, associazione culturale senza fini di lucro catalizzatore per l’arte contemporanea nella città di Bergamo, invita gli appassionati e i collezionisti al tradizionale evento di fine anno, con la vendita di opere donate da artisti di fama internazionale per raccogliere i fondi necessari all’attività dell’associazione stessa. 
Protagonista di questo 2015 è Stefano Arienti, tra i più interessanti mid-career italiani, autore per The Blank di Puzzle di Puzzle, lavoro composto di 48 elementi, ideali tessere di un puzzle che trovano la propria ragion d’essere sia prese individualmente sia ricomposte a costituire un’immagine unitaria.
A partire dal mese di novembre 2015 ciascun elemento di Puzzle di Puzzle è in vendita a offerta (donazione minima di 350€) con intero incasso destinato al sostegno delle attività culturali proposte dal network di The Blank nel corso dell’intero 2016. Due i momenti portanti dell’operazione: dal 28 al 30 novembre lo stand dell’associazione all’interno di BAF – Bergamo Arte Fiera 2015, dodicesima edizione della mostra mercato d’arte moderna e contemporanea della città orobica, è interamente dedicato all’opera di Arienti, con possibilità di acquistarne o prenotarne uno dei pezzi.
Venerdì 11 dicembre i collezionisti che hanno acquistato i diversi tasselli sono invitati ad essere protagonisti dell’evento in programma al SPAZIO ALT – Arte Lavoro Territorio che con la sua natura di collezione privata aperta al pubblico esemplifica lo spirito di condivisione della cultura di cui The Blank è portatore. In quella sede le diverse opere che compongono il polittico contemporaneo di Arienti verranno ricondotte a unità, offrendosi ad una visione d’insieme.
L’intervento di Stefano Arienti è il primo di un singolo artista nella storia dei benefit organizzati da The Blank. 
The Blank è un’associazione culturale senza scopo di lucro nata a Bergamo nel 2010 con l’obiettivo di diffondere ed ampliare la passione e la curiosità verso l’arte contemporanea; proponendosi come piattaforma per l’incontro fra le diverse anime culturali della città, network che coordina iniziative tra pubblico e privato. La rete intrecciata da The Blank è composta da istituzioni di vario tipo, che spaziano dalla GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, alla Accademia Carrara di Belle Arti, da BACO – Base Arte Contemporanea fino al Museo Bernareggi, ad ALT – Arte Lavoro Territorio, a Contemporary Locus, Polaresco e BAF – Bergamo Arte Fiera; oltre a numerose gallerie d’arte.

Stefano Arienti è nato nel 1961 in provincia di Mantova. Vive e lavora a Milano. Tra le sue principali personali e collettive: Museo MAXXI (Roma – 2000), III Biennale di Istanbul (Turchia – 2000), Museo d´arte contemporanea Castello di Rivoli (Rivoli – 2001), VII Biennale di Gwangju (Corea del Sud – 2008), IX Triennale di New Delhi (India – 2008), Museum of Contemporary Art (Chicago – 2008), Quadriennale di Roma (Roma – 2009), Biennale di Venezia (Venezia – 2009), Hangar Bicocca (Milano – 2010).
Stefano Arienti per The Blank Benefit
venerdì 11 dicembre
SPAZIO ALT – Arte Lavoro Territorio
Alzano Lombardo (BG) – via Acerbis 12
tel. 035.294303
Info
The Blank Contemporary Art
Bergamo – Via G. Quarenghi 50
tel. 035.19903477
associazione@theblank.it
www.theblank.it 

Articolo precedenteAL MACRO “GILLO DORFLES .ESSERE NEL TEMPO”
Articolo successivoDANZA: “BARBABLU” Gruppo e-MOTION
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here