SOCIETA’: NASCE UNA FONDAZIONE PER IL PARKINSON E I DISORDINI DEL MOVIMENTO

0
446

Nasce FRESCO INSTITUTE ITALIA per il PARKINSON
e i disordini del movimento
nell’ambito di una donazione globale di 25 milioni di dollari
Progetto per la Fondazione

Il Fresco Institute Italia nasce a Firenze, con sede a Fiesole, e va a completare il gemello americano che ha sede presso la “New York University Langone Medical Center” di Manhattan. I due centri lavoreranno in stretto contatto per migliorare la conoscenza e favorire la cura e la ricerca sul Morbo di Parkinson e i disordini del movimento. Tutto questo è possibile grazie alla donazione di 25 milioni della Fondazione Paolo e Marlene Fresco. L’Istituto nasce con il preciso obiettivo di investire nella ricerca scientifica, nella cura del paziente e nell’insegnamento in Italia.
Firenze, 7 ottobre 2015
Il Fresco Institute Italia per il Parkinson e i disordini del movimento nasce per migliorare la conoscenza di questa malattia e favorire la cura e la ricerca capitalizzando le eccellenze più innovative dell’Italia e degli Stati Uniti.
Oggi si annuncia la creazione del Fresco Institute Italia nell’ambito della donazione di 25 milioni di dollari da parte della Fondazione Paolo e Marlene Fresco, dei quali 14,5 milioni saranno destinati all’Italia.  Il Fresco Institute Italia si affianca alla sede principale del Fresco Institute della New York University Langone Medical Center con sede a Manhattan, guidato congiuntamente dal clinico Alessandro di Rocco e dal neuro scienziato Richard Tsien, dal quale riceverà la direzione scientifica e strategica.
L’Istituto rappresenta probabilmente il primo Istituto sul Parkinson di questo tipo. Il programma di coordinamento e di condivisione accademica e scientifica tra USA e Italia consentirà un forte impulso alla ricerca scientifica e clinica nel settore, superiore a quanto ottenibile se affidato a una singola istituzione.
A livello mondiale si stima che tra quattro e sei milioni di persone siano afflitte dal Morbo di Parkinson, un incurabile disordine neurologico che progressivamente colpisce la parola, l’umore, il pensiero e il movimento.  Si stima che in Italia ci siano 200.000 malati con circa 5.000-10.000 nuovi casi ogni anno. Negli Stati Uniti sono diagnosticati circa 50.000-60.000 nuovi casi ogni anno.
“La cura del Parkinson varia da caso a caso” – dice il Prof Alessandro di Rocco, Direttore dell’Istituto Fresco a NYU Langone. – “Bisogna continuare a valutare e personalizzare la cura basandosi sull’evoluzione e sui sintomi del paziente e la sua qualità di vita. Attraverso i programmi di borse di studio, la collaborazione clinica e scientifica con Istituti e ricercatori Italiani, otterremo cure migliori e una migliore comprensione della malattia.”
“Il Prof Di Rocco e il suo Team hanno curato le persone a me più vicine, e gli sono profondamente grato” – dichiara l’Avvocato Paolo Fresco – “ Vi sono molte cose che non sappiamo sul Parkinson e attraverso questa donazione, abbiamo la possibilità di cambiare il paradigma di questa malattia devastante. La collaborazione attraverso la Fondazione Fresco con le comunità scientifiche e mediche Italiane è un elemento chiave di questo programma di cui beneficeranno entrambi i Paesi. Ho pensato fosse giusto destinare le mie donazioni ai due Paesi a cui sono legato da particolare gratitudine, l’Italia che mi ha dato i natali e l’educazione e gli USA che mi hanno dato generose opportunità di crescita professionale e di successo”.
“L’Istituto Fresco stabilirà forti legami tra la ricerca clinica e di base sui disturbi del movimento, in particolare del Morbo di Parkinson” – dice Richard Tsien, Direttore scientifico del Fresco Institute (anche Professore di Scienze Neurologiche al Druckenmiller, e Direttore dell’Istituto di Neuroscience al NYU Langone) – “Creerà anche proficui contatti tra scienziati in USA e Italia nella ricerca sui disturbi neurologici grazie alla visione, leadership e generosità di Paolo e Marlene Fresco che hanno permesso la realizzazione di questo progetto”.
Gli obiettivi dell’Istituto Fresco
       Ricerca innovativa nel campo sia clinico che scientifico del Parkinson e dei disordini del movimento ad esso collegati.
       Nuove cure che migliorino il decorso della malattia o addirittura la guariscano.
       Creazione di nuove opportunità per giovani scienziati e ricercatori in Italia per acquisire le conoscenze del modello sviluppato a NYU Langone attraverso un programma innovativo di borse di studio, presso NYU Istituto Fresco per un periodo di 2-3 anni.
       Attivazione di nuove e durature collaborazioni e progetti comuni con Istituti e Fondazioni nel campo del Parkinson sia in USA che in Italia.
       Creazione di un centro di eccellenza medico, di ricerca e di insegnamento che agisca come coordinatore tra i già esistenti centri di cura e ricerca sul Parkinson Italiani.
       Potenziamento presso il NYU Langone dei modelli di cura incentrati sui pazienti e le loro famiglie, delle cure mediche, riabilitative, psicologiche, sociali e di aiuto, per svilupparli e trasferirli nella sede italiana.
I sette cantieri attivi ad oggi dall’Istituto Fresco Italia
  1. Nascita dell’istituto con il nome di Fondazione Fresco Institute Italia onlus
  2. Sede iniziale a Fiesole
  3. Creazione di una rete di eccellenza per la cura la ricerca e l’insegnamento del Parkinson
  4. Fellowship per laureati con specializzazione per cura e ricerca clinica
  5. Fellowship per laureati con specializzazione per ricerca di base
  6. RFA (request for aquisition) – bandi di gara per ricerca su temi specifici, con particolare attenzione allo sviluppo della comunicazione del paziente
  7. Collaborazione con il Ministero della Salute
In Italia: www.frescoinstituteitalia.it

Negli Stati Uniti: www.med.nyu.edu/parkinson

Articolo precedenteARTE : APRE A LONDRA LA GALLERIA TORNABUONI ART
Articolo successivoARTE: BEPPE DOMENICI E LE SUE CERAMICHE AL MUSEO DI MONTELUPO FIORENTINO
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here