UN MINUTO OLTRE IL FUTURO: CARLO BOLLI E LUIGINO LORENZONI

0
567
 

UNA STORIA DI IMPRESA E DI AMICIZIA

di Emanuela Dottorini

“…un minuto oltre il futuro…” sono il titolo e le parole che chiudono questo libro, scritto e costruito attraverso l’incontro di un regista scrittore e un imprenditore, grazie ad un articolo commissionato da un magazine economico che cercava una storia di imprenditoria di successo.

L’occasione giornalistica finirà per essere la ragione della nascita di un’amicizia  e di un libro che  in copertina indica come autori, Carlo Bolli, il regista scrittore e Luigino Lorenzoni, l’imprenditore. In realtà saranno autori e protagonisti di se stessi attraverso incontri e amabili scontri di idee, confidenze e confessioni reciproche, che disegneranno il profilo di una storia umana e imprenditoriale di successo; di quelle storie che danno fiducia di sapere che ci sono persone onestamente in gamba .

La storia di Luigino Lorenzoni non è solo la storia di una grande famiglia di successo ma è anche  la storia di un uomo che parte da origini modeste e percorre strade di umiltà, fatica, determinazione e grinta. E’ la voglia sana di lottare e riuscire che si percepisce in queste pagine; il legame con il proprio territorio, Magliano Sabina, nel reatino, che non viene mai meno.

La storia dei Lorenzoni è anche la storia del loro paese attraverso i cambiamenti sociali ed economici che Luigino intuisce con anticipo e sa sfruttare con onestà ed entusiasmo. La politica locale non manca nei suoi impegni, nel senso di voler cercare la cura degli aspetti sociali del territorio in cui vive; proprio la politica evidenzierà  divergenze nelle opinioni dei due autori protagonisti e sarà proprio da questo confronto che si dimostrerà il carattere genuino di due pensieri differenti che percorrono il filo dell’onestà intellettuale.

Non poteva che costruire un’amicizia l’incontro intervista su questa bella storia umana e di impresa. La famiglia di Luigino, la famiglia Lorenzoni, è una grande famiglia, non di quelle da fiction. Non ci sono intrighi, c’è invece il gioco di squadra e di famiglia, gioco sano, faticoso e continuo : c’è il lavoro vero.
Dovrebbero leggere questo libro tutti quelli che sono convinti che fare impresa sia, per sua natura, un lavoro che non possa prescindere dall’illecito , dalla fuga verso altre terre o da altre negatività. Questa storia dimostra invece che fare impresa è altro ed è possibile.

L’uomo che si costruisce da solo negli anni e il regista scrittore, talentuoso e polemico, a volte scontroso e orgoglioso fino alla superbia, si delineano tra le pagine di un libro che fa nascere la loro amicizia cementata dal ricordo commosso di Paolo Pioggia , amico reciproco e già mancato, cui si deve la frase scritta a Luigino nel rovescio di un biglietto da visita: “…a Luigino che vive un minuto oltre il futuro”.

#libri #impresa #amicizia #emanueladottorini luiginolorenzoni #carlobolli
Articolo precedenteTEATRO. IL VANGELO SECONDO MARCO : PERCUSSIONI A TEATRO PER UNA NUOVA RILETTURA DEL SACRO.
Articolo successivoLIBRI. Michael Zadoorian, Fulvio Ervas, Paolo Onori a Più Libri Più Liberi
Ciao, sono Emanuela, donna, moglie, madre e blogger con studi classici e formazione giuridica, eclettica per natura e per destino, “nerd” quanto basta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here